Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:PONTEDERA12°18°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Senza figli l'Italia è destinata a scomparire, aiutare le coppie prioritario»

Attualità lunedì 03 agosto 2020 ore 22:53

Un Giro d'Italia in bici, ma senza soldi

Giani con i primi amici incontrati e il primo pranzo guadagnato, a San Gimignano
Giani con i primi amici incontrati e il primo pranzo guadagnato, a San Gimignano

"Ogni giorno a pranzo e cena, senza soldi, mi fermerò a chiedere ospitalità alla gente, nei quartieri "in" e nei rioni multietnici" dice Tommaso Giani



PONTEDERA — Tommaso Giani, diacono da qualche tempo, è un avventuriero della vita. Curioso, ottimista verso il futuro, ma soprattutto ottimista nei confronti delle persone, del genere umano.

Così, dopo essere stato al fianco di don Gallo prima e di don Armando Zappolini adesso è pronto per una nuova missione, il Giro d'Italia in bici senza soldi. Dodici giorni in cui misurerà "lo stato di salute di una comunità", una sfida per confermare a sé stesso e agli altri che le persone sono pronte ad aiutarsi tra loro, che è più facile aprire una porta che chiuderla.

Giani ha 38 anni è nato a Pontedera, ha vissuto a lungo a Genova, è tifoso della Sampdoria. Ora abita a Santa Croce.

La partenza da Santa Croce sull'Arno con don Donato e la sindaca Giulia Deidda

La partenza da Santa Croce sull'Arno con don Donato e la sindaca Giulia Deidda

Su Fb ha scritto: "Lo stato di salute di una comunità si misura dalla prontezza con cui sa mettersi in ascolto della richiesta di soccorso fatta da uno sconosciuto. Senza per forza rispondere con l'intervento risolutivo (nessuno ha la bacchetta magica), però senza nemmeno girarsi dall'altra parte, senza lavarsene le mani, senza cercare scuse per motivare la propria indifferenza". 

"Con il viaggio che ho iniziato oggi ho pensato di trasformarmi in un termometro in carne e ossa, per misurare il calore umano e la capacità di accoglienza delle famiglie italiane. Ho 12 giorni di tempo per attraversare pedalando la nostra penisola in lungo e in largo. Un itinerario che attraverserà diverse regioni, che incrocerà paesini dell'interno e città della costa, borghi medievali e periferie metropolitane". 

Con i giovani per il primo pranzo insieme, a San Gimignano

Con i giovani per il primo pranzo insieme, a San Gimignano

Nella prima tappa, da Santa Croce a Siena, 85 chilometri, Giani ha trovato ospitalità a pranzo a Montaione, auto-invitandosi dopo aver conosciuto un gruppo di ragazzi. Giunto a Siena ("dopo un'ora e mezzo di richieste a vuoto") ha fatto amicizia con un fisioterapista che lavora in ospedale. Da lui ha cenato e passerà la prima notte, rispettando il progetto-missione che si è dato: "Ogni giorno a pranzo e a cena, senza fare calcoli e senza soldi da spendere, mi fermerò a chiedere ospitalità in casa della gente. A elemosinare un piatto di pasta, una doccia, un bucato, un giaciglio di fortuna".

Con un anziano da cui ha riempito le borracce

Con un anziano da cui ha riempito le borracce
 

L'indagine antropologica di Giani cercherà di testare ogni livello della società: "Passerò al setaccio quartieri "in" e rioni multietnici, abitazioni dei vacanzieri, zone residenziali, periferie fatiscenti. E vedrò chi mi chiuderà la porta e chi mi lascerà entrare"

La cena a Siena

La cena a Siena

Un viaggio-avventura, una narrazione (perché Tommaso Giani è anche giornalista e scrittore) che sarà possibile seguire sul suo profilo su Fb: "Allegherò di giorno in giorno le immagini delle strade su cui pedalerò, degli incontri più belli fatti lungo il percorso, delle tavolate in cui a pranzo e a cena sarò ospitato. Spero di portare a casa tante nuove amicizie e una bella iniezione di fiducia nel prossimo, da trasmettere poi a tutte le persone a cui questa maratona ciclistica alla ricerca del cuore grande dell'Italia verrà raccontata".

René Pierotti
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sarà un sistema per localizzare la musica ed evitare che si diffonda altrove. Sardelli:"Stiamo cercando di ovviare agli inevitabili problemi"
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Pietro Colacchio

Giovedì 13 Maggio 2021
Onoranze funebri
Mancini & De Santi Capannoli, Fornacette
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS