QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 22°24° 
Domani 17°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 23 agosto 2019

Politica giovedì 04 ottobre 2018 ore 13:39

Ziello attacca Millozzi, Della Bella lo stoppa

Edoardo Ziello in campagna elettorale a Pontedera

A scatenare il botta e risposta fra il deputato leghista e il Pd locale l'arresto del sindaco di Riace e il suo modello di gestione dell'immigrazione



PONTEDERA — Tutto è parito dal commento del sindaco di Pontedera Simone Millozzi all'arresto del sindaco di Riace Mimmo Lucano. "Ho sempre creduto, e sempre lo crederò - queste le parole del primo cittadino pontederese -, che nessuno possa mai stare al di fuori del perimetro della legge. Ed ho profondo rispetto e stima per l'operato della magistratura. Ciò non mi impedisce di dire che il modello di accoglienza di Riace creato dal sindaco Mimmo Lucano sia da rispettare ed apprezzare. Un modello capace di coniugare la dignità delle persone, l'umanità dell'approccio e l'efficacia condivisa delle azioni messe in campo per l'integrazione".

Parole che hanno dato al deputato vicarese della Lega Edoardo Ziello il pretesto per attaccare direttamente Millozzi sul tema dell'immigrazione: "Il sindaco di Pontedera, Simone Millozzi - ha commentato Ziello -, esalta il modello d’accoglienza degli immigrati di Riace. Lo stesso ‘modello’ che al suo collega filantropo ed esterofilo, Mimmo Lucano, gli ha fatto scattare un bell’arresto per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Insomma, un sindaco che bistrattava, intenzionalmente, la legge della Repubblica per arrecare beneficio a chi arrivava dall’altra parte del mondo e forse anche a qualcuno che ci lucrava sopra, non è esattamente l’esempio di Primo cittadino da dover seguire" (Ziello non tiene conto che le accuse che hanno portato all'arresto di Lucano dovranno essere accertate in tribunale, ndr).

"Evidentemente - prosegue il deputato leghista - per il Sindaco di Pontedera, che antepone le follie ideologiche alle virtù amministrative, non è così. Millozzi, al posto di tornare ad essere l’avvocato delle cause perse, dovrebbe spiegarci se nella sua (ancora per poco), Pontedera esiste l’integrazione di cui ama tanto riempirsi le fauci.  Mi pare che in alcuni quartieri della città della Vespa sia scomparso ogni qualsivoglia connotato di italianità. Nella zona della stazione è pieno di immobili sovraffollati, occupati da immigrati e in alcune fasce orarie non si sente più una parola d’italiano. Le graduatorie sociali del comune di Pontedera sono stracolme di immigrati che spingono nei posti più bassi i tanti italiani che chiedono, inutilmente, aiuto al comune, configurando una vera e propria disuguaglianza ed ingiustizia sociale. Questa non è integrazione e soprattutto non è il modello di società che merita il nostro Paese. Millozzi, che non ha mai mosso un dito per lo sviluppo economico della sua città, si riscatti in questi suoi ultimi mesi di mandato: avvii una pioggia di controlli sia su tutte le case del quartiere della stazione per stanare tutti i sovraffollamenti che su tutti gli esercizi commerciali multietnici, della zona, al fine di verificare il rispetto delle normative igienico-sanitarie, metta al primo posto gli italiani, nell’assegnazione delle case popolari e garantisca quella sicurezza che in questi nove anni di mandato fallimentare non è mai riuscito a garantire".

"Obiettivi di difficile conseguimento per il Partito Democratico - ha concluso Ziello -, ma che porteremo a casa noi della Lega, il prossimo anno, quando vinceremo le elezioni amministrative di Pontedera, facendo tornare la città della Vespa forte e sicura. Siete d’accordo?"

La replica del segretario locale del Pd Floriano Della Bella non si è fatta attendere.

"L'onorevole Ziello - scrive il segretario dem di Pontedera -, probabilmente troppo poco lucido perchè affaticato nello svolgimento delle sue attività istituzionali, ha visto bene di aggiungere fatiche ulteriori alla propria cifra di parlamentare della Repubblica accusando il Sindaco di Pontedera per un suo post in cui parlava del modello di accoglienza di Riace scritto con ineccepibile equilibrio istituzionale, secondo lo stile del nostro Sindaco. Lo ha fatto dal basso della sua totale inesperienza (per garbo dialettico non scrivo incompetenza) politica e amministrativa, confondendo la persona ed il ruolo istituzionale, alludendo alla qualifica professionale di Millozzi, usando termini e sciorinando in poche righe il peggio del proprio repertorio valoriale, suo e della Lega Nord (che per farsi bella al Sud ha tolto la parola "Nord" continuando però a chiamare "terroni" gli abitanti della Magna Grecia), fatto di becero e superficiale razzismo nonché di ripetitiva e profonda xenofobia".

"Ziello - prosegue Della Bella - per attaccare Millozzi e Pontedera si avvale delle armi e del vocabolario che ha: le solite trite frasi sulla sicurezza. Qualcuno gli spieghi, se non si fida di quel che dico io, che staccando un biglietto vincente della lotteria Italia nell'anno 2018 a fare le leggi, anche quelle per la sicurezza, c'è lui e non Millozzi. C'è di più. A fare il Ministro degli Interni, il dicastero che si occupa di sicurezza, c'è il suo capo politico Matteo Salvini. Ed aggiungo: le città amministrate dai sindaci della Lega, che ricordo esistere da una trentina d'anni in questo paese, hanno problemi legati alla sicurezza esattamente come tutti gli altri. Ne abbiamo la prova provata anche qui da noi, in Toscana, dove Cascina e Pisa potrano brillare per tutto tranne che per meriti legati alla sicurezza".

Lo sa perché onorevole Ziello? - conclude il responsabile del Partito Democratico - Perché i Sindaci dei Comuni si occupano di tantissime cose ed hanno una serie di prerogative e poteri legati a molti aspetti delle città, ma proprio pochi sul tema della sicurezza su cui può agire il Parlamento ed il Ministero dell'interno attraverso le forze di polizie, l'organizzazione e le risorse che vengono destinate allo scopo. Detto meglio e chiudendo. Gentile onorevole Ziello, se quella della sicurezza è davvero una sua premura per il bene dei cittadini, lei personalmente ed il suo partito oggi avete tutti gli strumenti per farlo il bene dei cittadini, purché abbiate anche soltanto la minima idea di come intervenire. Se, come invece penso, la sicurezza è una parola che vi serve solo a fare campagna elettorale ed a solleticare le legittime preoccupazioni della gente, eviti di affannarsi per vincere le elezioni amministrative: lì non ci sono strumenti, risorse e poteri per agire sulla sicurezza urbana. Se non ci crede lo chieda ai Sindaci Ceccardi e Conti: sapranno raccontarle da dentro come stanno le cose ed il perché con il loro arrivo niente è cambiato proprio su quel tema.Un'ultima considerazione. Venga spesso a fare campagna elettorale a Pontedera per le prossime elezioni. Durante la campagna troverà una città bella e viva, come ha potuto constatare anche domenica scorsa, amministrata da chi la ama davvero e non da chi la denigra per il proprio effimero momento di celebrità mediatica".




Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Cronaca