comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°21° 
Domani 14°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 04 giugno 2020
corriere tv
Fase 3, Conte: 'Nostro indirizzo politico ha funzionato'

Politica mercoledì 26 febbraio 2014 ore 16:53

"Onestà ed esempio al servizio della ricostruzione"

Il consigliere regionale del Pd Pier Paolo Tognocchi
Il consigliere regionale del Pd Pier Paolo Tognocchi

Tognocchi vota la fiducia al governatore. E critica il "demolitore" Renzi, arrivato a "Palazzo Chigi con la più classica delle manovre di palazzo"



FIRENZE — "Abbiamo bisogno di un antivirus al personalismo che ormai ha travolto anche l'ultima forza politica che ne era esente, il mio partito, il Pd". Per questo il consigliere Paolo Tognocchi vota la fiducia al presidente Rossi e le priorità proposte dal governatore per gli ultimi mesi della legislatura. "Il mio è un sì convinto – spiega Tognocchi – perché credo che il nostro presidente sia in grado di rappresentare di fronte all’opinione pubblica toscana e nazionale un modello che privilegi lealtà, sobrietà e concretezza. Riferendosi a Renzi gli inglesi hanno tradotto il termine rottamatore in demolition man, molto più efficace per rappresentare chi, demolendo, travolgendo e calpestando, pensa che per arrivare alla meta sia tutto consentito. Il nuovo segretario regionale del Pd si è presentato al gruppo consiliare venendoci a dire che dobbiamo sintonizzarci con ciò che succede a Roma. Gli ho risposto che non voglio essere in sintonia né con la proposta di legge elettorale nazionale né con il modo con cui Renzi è diventato premier. Rifiuto l’Italicum che non consente agli elettori di scegliere i propri rappresentanti e considero l’arrivo di Renzi a Palazzo Chigi la più classica delle manovre di palazzo, in spregio tra l’altro alle affermazioni che hanno contraddistinto la sua campagna elettorale. Renzi dichiarava, mai senza elezioni, mai più larghe intese e invece, come ha detto qualcuno, governerà con i voti di Bersani e la stessa maggioranza di Letta e anche da una scrivania con un bel po’ di lavoro fatto. Ho chiesto a Rossi che metta la sua onestà e il suo esempio al servizio di un progetto di ricostruzione e avrà non solo il mio appoggio, ma soprattutto la riconoscenza mia e soprattutto di molti cittadini ed elettori del Pd".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità