Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA11°21°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 27 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il centro di Catania scomparso sotto la forza dell'acqua

Attualità venerdì 13 marzo 2020 ore 13:50

Un toscano che abita in Cina: "Non uscite"

Marco Galluzzi
Marco Galluzzi

Marco Galluzzi, imprenditore della Valdera, vive in Oriente dal 2000: "Dovrete essere forti mentalmente. Abbiamo un grande cuore, facciamolo vedere"



SHANGHAI (CINA) — Marco Galluzzi ha 48 anni, è nato a Fabbrica di Peccioli. Ha vissuto in Valdera fino a quando, nel 2000, la vita lo ha portato a reinventarsi in Cina, a Shanghai.

Di lui avevamo parlato cinque anni fa quando Report di Milena Gabbanelli gli dedicò un servizio. In Cina Galluzzi se l'è cavata molto bene e di fatto ora è la sua seconda casa.

Galluzzi in queste settimane di emergenza Coronavirus ha lanciato vari appelli su Fb dalla Cina per mettere in guardia l'Italia su quello che è veramente il pericolo portato da questo virus.

Galluzzi ha vissuto sulla sua pelle settimane di isolamento a Shangai. Lo abbiamo raggiunto telefonicamente e la prima cosa che gli abbiamo chiesto è stata: siamo in ritardo con le restrizioni in Italia?

"Sì, secondo me. Meglio tardi che mai. Qui in Cina la serrata è arrivata quando i casi positivi accertati erano sotto al migliaio e i morti poche decine". Ora che scriviamo, venerdì 13 marzo, i positivi in Italia sono (compresi i deceduti e i guariti) più di 15mila e i morte oltre mille.

Per Galluzzi, che è stato recluso in casa per settimane, le cose importanti da fare per proteggersi sono "indossare le mascherine, disinfettarsi le mani spesso con amuchina o gel per mani o in alternativa lo spirito".

Più importante di tutto è "non uscire di casa, evitare i contatti. Qui è stata dura rimanere confinati nelle mura domestiche ma è stato necessario e ora i risultati si iniziano a vedere. I numeri del contagio scendono, regrediscono. Piano piano stiamo ripartendo ma se la Cina non creava le prerogative ai cittadini per farli stare a casa, gli infettati sarebbero stati migliaia e migliaia di più".

"Cari italiani dovrete essere forti mentalmente e non mollare alla tentazione di fare una vita normale. Noi italiani abbiamo un grande cuore e questo è il momento di farlo vedere".

Galluzzi ha mandato un saluto a tutti i toscani e anche agli abitanti di Fabbrica, ribadendo a tutti: "State a casa per favore, se in famiglia siete 3 o 4 persone a fare la spesa al supermercato ci deve andare una sola persona. Un abbraccio a tutti voi".

René Pierotti
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il cantiere si prolunga e arriverà fino a metà dicembre. La chiusura del ponte sull'Arno sta provocando disagi per gli automobilisti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Maria Bascherini Ved. Chetoni Gianfranco

Martedì 26 Ottobre 2021
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Lavoro

Sport

Cronaca