QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°21° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 21 luglio 2019

Cultura domenica 07 agosto 2016 ore 07:00

Simonetta Agnello Hornby fa tappa a Pontedera

Simonetta Agnello Hornby con Cecilia Robustelli

Lunedì 8 agosto la scrittrice siciliana sarà alla Libreria Roma per un incontro pubblico introdotto dalla linguista Cecilia Robustelli



PONTEDERA — Sarà una serata di alto spessore culturale quella di lunedì 8 agosto, quando alle 21 alla Libreria Roma sarà ospite la scrittrice siciliana Simonetta Agnello Hornby, reduce dalla partecipazione al Cortona Mix Festival. L'incontro sarà introdotto da Cecilia Robustelli.

Autrice di numerosi libri che rivelano i suoi molteplici interessi e affetti, come quello per la città in cui vive da quarant’anni in La mia Londra e per la sua Sicilia nelle ricette di Un filo d’olio e di Il pranzo di Mosè, e la sua intensa attività professionale come avvocata dei minori a Brixton, un quartiere londinese non facile, in Il male che si deve raccontare, Agnello Hornby è nota al grande pubblico anche per la partecipazione a programmi TV

Io&George, recente produzione di Rai3, l’ha vista visitare in compagnia del figlio George, disabile, sei città italiane, incluse Pisa (Palazzo Blu) e Peccioli (Istituto di BioRobotica), in un tour di denuncia delle difficoltà date dalle barriere architettoniche ma alleggerito da una formula originale: i luoghi visitati includono anche residenze private o edifici ignorati dal turismo tradizionale e sono illustrati da amici e amiche personali dei due protagonisti, le situazioni proposte sono inusuali, come l’incontro con il presidente Mattarella o la visita del Gay Village di Roma.

Ma è soprattutto per i romanzi, a partire da La Mennulara, che Agnello Hornby è conosciuta e amata dal pubblico. In questa occasione presenterà il suo ultimo lavoro, Caffè amaro, già in vetta alle classifiche di vendita. Ambientato nella Sicilia della prima metà del Novecento, con incursioni anche in continente e oltre (Modena, Roma, Napoli, Tripoli), rigoroso nella ricca ricostruzione storica (le due guerre mondiali, le leggi razziali, la condizione dei lavoratori nelle miniere di zolfo siciliane), di ampio respiro e insieme straordinariamente preciso nei dettagli, ha il suo perno, come tutti gli altri romanzi di Agnello Hornby, nell’amore. Spicca, tra tutti gli intensi intrecci di affetti e amori che legano protagonisti e figure di contorno, il sentimento profondo e inestinguibile, spirituale e carnale, vero basso continuo della narrazione, che incendia la bellissima protagonista, Maria, e ne guida per tutta la vita i passi verso l’uomo che solo da adulta capisce di amare irrimediabilmente.

"E' un libro pieno di amore e di dovere - ha detto l’autrice in un'intervista all'Ansa -. C'e'anche l'amore gay perché ci credo e per questo sono contenta che il nostro governo abbia accolto le unioni civili".

Dopo la presentazione Agnello Hornby risponderà alle domande del pubblico. 

Via della Misericordia sarà chiusa al traffico a partire dalle 20.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Spettacoli