QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°31° 
Domani 19°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 18 agosto 2019

Attualità sabato 05 dicembre 2015 ore 17:00

"Non servono telecamere mangiasoldi"

Marcello Casati

Il sindacalista della Uilp Marcello Casati dice la sua riguardo la vicenda del semaforo a Selvatelle, sulla Sarzanese Valdera



TERRICCIOLA — "Rispetto alla scelta fatta dal comune di Terricciola, ritengo invece che semaforo normale possa anche andare bene. Non vedo invece la necessità della telecamera mangiasoldi". La pensa così il sindacalista della Uilp Marcello Casati in merito alla questione del semaforo che il sindaco Maria Antonietta Fais sta pensando di posizionare nella frazione di Selvatelle, lungo la strada regionale 439 Sarzanese-Valdera.

"Condivido in toto le affermazioni espresse dalla Baldini Orlandini, consigliere comunale di minoranza - scrive in una nota Casati, anche cittadino residente nel comune della Fais -, quando sostiene che questo tipo di semaforo viene installato per fare cassa. Dei quattro semafori installati in Valdera, che io conosco, ritengo che quello più appropriato sia quello posizionato all'incrocio tra Viale America con Via di Gello".

Secondo Casati, infatti, sia quello di Capannoli, quello de La Borra e quello di Fornacette, non presenterebbero le caratteristiche e la pericolosità di ricorrere alle telecamere, se non per fare cassa.

Per il sindacalista, i veri problemi per chi viaggia sulle strade del comune di Terricciola sarebbero altri: "segnaletica orizzontale pressoché inesistente. Mancanza di illuminazione pubblica nei centri abitati, la quale in alcuni punti è veramente pericoloso transitarci. Nuovi box e dossi? Spero che qualcuno spieghi al sindaco, dal momento non comprende la mia lingua, per cui sia a Terricciola, sia nella frazione di Soianella quando s' incrociano due auto è già un problema. Se invece incroci il pullman oppure un mezzo pesante, la cosa diventa drammatica e occorre tutta la pazienza e anche l'abilita dei conducenti al volante dei mezzi di trasporto; sperando di non avere avanti a noi un neo patentato".

"Questi - chiosa Casati - sono i veri problemi, oltre a quello di interrompere l'attraversamento dei paesi ogni volta che, per le numerose feste, apparecchiano per strada".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca