QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 10 dicembre 2019

Attualità giovedì 08 ottobre 2015 ore 17:45

Un premio Nobel a Pontedera

Svetlana Alexievich

La bielorussa Svjatlana Aleksievič premiata a Stoccolma. Ha vissuto un anno nella nostra città, che ricorda così: "E' un luogo ideale per scrivere"



PONTEDERA — Questa città è il luogo ideale per scrivere”. Il nuovo premio Nobel per la letteratura ha vissuto per un anno a Pontedera, nel 2000.

Svetlana Alexievich, 66 anni bielorussa, giornalista e scrittrice, è stata insignita oggi a Stoccolma del Nobel per la letteratura: "per la sua scrittura polifonica, un monumento alla sofferenza e al coraggio nel nostro tempo". Quattordicesima donna a vincere il premio Nobel Alexievich trascorse un lungo periodo in Valdera, dall'ottobre del 2000, ospite come rifugiata politica.

Alexievich parlò nel 2003 della Toscana e della città della Vespa con queste parole: “Pontedera è un luogo ideale per scrivere. Vengo da un paese con un regime autoritario e nella vostra terra ho trovato la pace e la tranquillità che da tanto tempo cercavo. La Toscana, con la sua storia e la sua cultura, aiuta a riflettere sui problemi del mondo di oggi: credo che due fatti, in diverso modo emblematici, come Chernobyl e l’11 settembre impongano di trovare nuove strade per garantire pace e sicurezza ai popoli".

Delle sue vicende biografiche è noto che, perseguitata dal regime del presidente bielorusso Aleksandr Lukašenko, è stata costretta a lasciare il paese perché su di lei gravava l'accusa di essere un agente della Cia. Attualmente vive a Parigi.

Della notizia si sono subito rallegrati il sindaco Simone Millozzi e l'assossore alle politiche sociali Marco Cecchi.

Millozzi ha scritto: “Per San Faustino una bellissima notizia per la nostra città. Il premio Nobel per la letteratura, la scrittrice Svetlana Alexievich, è stata ospite nella nostra comunità dall'ottobre del 2000. Definì la nostra città: "luogo ideale per scrivere". Siamo orgogliosi di averla ospitata e sin da ora la invitiamo di nuovo in città per salutarla e farle sentire l'affetto di tutto il nostro territorio”.

Cecchi invece ha ribadito l'importanza dell'accoglienza, sottolineando però che non c'è differenza tra accogliere un premio Nobel e una persona comune: “Apprendo adesso che il premio Nobel per la letteratura 2015 e' stato assegnato alla scrittrice bielorussa Svetlana Aleksievic per un anno residente a Pontedera come intellettuale e rifugiata politica. E' una notizia che ci riempie d'orgoglio e che ci impegna a portare avanti, con la fatica, le difficoltà e anche le soddisfazioni quotidiane, una tradizione di solidarietà e accoglienza. Tutte le persone vanno aiutate e qui a Pontedera questa scelta ha radici lontane”.

René Pierotti
© Riproduzione riservata



Tag

Evasione fiscale, Mattarella agli studenti: «Fenomeno indecente»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità