QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°32° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 19 agosto 2019

Spettacoli venerdì 01 maggio 2015 ore 10:00

Uscio e bottega, con tanti attori toscani

Un cast d'eccezione per il film di Marco Daffra che verrà proiettato la sera del primo maggio al Teatro Verdi



CASCIANA TERME LARI — Carlo Monni, Andrea Agresti, Katia Beni, ma anche Cristiano Militello e Andrea Kaemmerle. Questi sono solo alcuni dei più o meno famosi attori toscani compaiono nel ricco e scoppiettante cast del film Uscio e Bottega di Marco Daffra che andrà in scena stasera alle 21 al Teatro Verdi di Casciana Terme, per la sezione Cinema dal vivo del cartellone Teatro Liquido di Guascone.

Una divertente commedia il cui protagonista è interpretato da Brunetto Salvini, un grande attore che ha fatto teatro e che qui si rivela al pubblico cinematografico. Nel film c'è anche Carlo Monni, negli ultimi fotogrammi prima della sua scomparsa.

La pellicola, del 2013, è interpretata anche da Sergio Forconi, Sergio Bustric, Antonio Petrocelli, Luciano Casaredi, Gaetano Gennai, Niki Giustini, Graziano Salvadori, Daniela Morozzi, Orvelio Scotti, Fulvio Ferrati, Mery Nacci, Francesco Ciampi, Adelaide Foti, Valeria Vitti, Riccardo Azzurri, Adriano Miliani.

Il protagonista è Lapo Corsini, un arzillo ottantenne, fiorentino doc, di vecchio stampo. Disamorato dalle trasmissioni televisive e dai dibattiti su sport, religione e politica, decide di scrivere alla trasmissione " Uscio e bottega " chiedendo di essere invitato perché lui, uomo del popolo, vorrebbe fare domande ben precise ai diversi ospiti. La direzione della Rai lo invita allo show televisivo.

Il film narra quindi il viaggio di Lapo Corsini, con l’amico Mancuso, alla volta di Roma, anche attraverso un inserto storico ambientato in quel di Montefiascone. Durante la trasmissione Lapo Corsini non si perderà mai d’animo, attaccando tutti con vigore e criticando senza remore. La platea, accalorata, seguirà la contesa, applaudendo Lapo e contestando apertamente il conduttore della trasmissione fino al momento in cui, durante una pausa televisiva, Lapo scomparirà misteriosamente. Il ritorno a Firenze placherà l’ansia e le preoccupazioni di tutti. Giunta alle orecchie del Papa l’esistenza di un personaggio quale Lapo Corsini, il Pontefice lo inviterà a un colloquio privato dall’esito sorprendente.

Dalle 19 in poi nello spazio bar del Teatro ci sarà la Festa dei baccelli, prosciutto e vino con degustazioni di prodotti locali.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Attualità