QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°14° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 08 dicembre 2019

Politica venerdì 27 aprile 2018 ore 11:56

"A cosa serve la bandiera lilla?"

Polemico intervento della consigliere di opposizione Marrica Giobbi dopo il conferimento della bandiera lilla al Comune



VICOPISANO — "Vicopisano a misura di disabile! Magari! Ecco un altro spot elettorale di Matteo Ferrucci, che si diverte a spararle grosse e ci propina un’illusione, che ci costa cinquemila euro. Si sono inventati a spese nostre d’aderire a ‘bandiera lilla’ e di colpo, ma incantano solo gli sprovveduti, vantano dei pregi che esistono solo nel mondo dei sogni. Su 8.000 comuni, soltanto 17 come si può vedere dal sito dedicato, hanno deciso di aderire a ‘Bandiera Lilla’, con un costo variabile, calcolato a seconda del numero dei residenti che ha ciascun comune, come stabilisce il protocollo della onlus, allegato alla delibera di giunta". 

A dirlo la consigliera comunale e capogruppo della Lega Marrica Giobbi:"L’amministrazione ha firmato una convenzione che dietro il saldo del dovuto, l’autorizza per due anni ad usufruire del logo di ‘Bandiera Lilla’: scadrà il 31 dicembre 2019 ed immaginiamo che al rinnovo sarà chiesto un nuovo esborso. A cosa serve? Secondo il presidente della cooperativa che ha sede a Savona, il logo attesta “l’impegno, che le Amministrazioni prendono con la onlus, a migliorare la propria accessibilità.” Dunque solo una dichiarazione d’intenti, pesante da digerire". 

"Caro vice-sindaco - è l'esortazione di Giobbi - rimboccati le maniche ed elimina la valanga di barriere architettoniche che soffoca da sempre il paese nella morsa perenne di un’inerzia che non si perdona. Basta con gl’inganni camuffati da un buonismo miope. Sul sito di ‘Bandiera Lilla’, è stata creata una pagina con i dati del nostro comune da cui risulta che l’entrata sul retro del palazzo comunale è a misura di disabili, ma è falso perché l’ingresso ( nella foto ) propone una porta che non può aprire chi deambula con una sedia a rotelle, né si spiega che non esistono in tutto il comune bagni pubblici di nessun genere, un servizio essenziale che deve fornire un comune che ha la presunzione di promuovere turismo".



Tag

Lo spot di Natale è un fallimento: l'azienda perde in borsa e viene travolta dalle critiche, «È sessista»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Sport

Attualità

Cronaca