comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14°23° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 05 giugno 2020
corriere tv
Coronavirus, Bersani: «Con centrodestra al governo i cimiteri non sarebbero bastati»

Attualità sabato 28 marzo 2020 ore 15:58

Ventidue pini da abbattere, chiude la Vicarese

Interessato il tratto tra Vicopisano e Calcinaia. La chiusura, disposta dalla Provincia, dal 30 marzo al 5 aprile con orario 8-18



VICOPISANO — Nei prossimi giorni la Provincia di Pisa procederà con l'abbattimento di 22 pini, considerati pericolosi o a rischio cedimento (classificati in classe D dopo indagini fitostatiche), posti lungo la provinciale Vicarese fra Vicopisano e Calcinaia.

Per questioni di sicurezza collegate all'intervento, la Provincia ha disposto la chiusura al traffico della SP2 Vicarese nel tratto tra il km 2+100 (diramazione per l'abitato di Calcinaia) e il km 3+300 (intersezione con la SP 25 per Bientina), dal giorno 30 marzo al giorno 5 aprile con orario 8-18.

Durante la chiusura di questo tratto, sarà possibile spostarsi fra Calcinaia e Vicopisano passando da Bientina oppure da Fornacette. Verrà garantito il transito dei soli mezzi di soccorso con il ripristino immediato della viabilità.

"La Provincia di Pisa - ha spiegato l'assessora vicarese all'ambiente, Fabiola Franchi - eseguirà da lunedì 30 marzo il taglio dei pini situati lungo la SP 2, nel tratto che va dalla nuova rotatoria del Ponte della Botte, fino al confine con il Comune di Calcinaia. Si tratta di piante che sono risultate ad alto rischio di cedimento a seguito di indagine fitostatica. In particolare si tratta di 22 piante, 14 delle quali classificate in classe D, in quanto considerate di estrema propensione al cedimento da parte degli agronomi, e 8 delle quali impediscono la visibilità, con conseguenti rischi per la sicurezza stradale. Ci tengo a sottolineare che la nostra Amministrazione assume subito l'impegno, non appena sarà terminata l’emergenza sanitaria in corso, di mettere a dimora, in luoghi diversi dagli attuali, nuove piante. Stiamo già collaborando con la Regione Toscana, una associazione e una grande azienda per la realizzazione di due meravigliosi progetti volti al rimboschimento del nostro Monte Pisano. Comunicheremo su tutti i nostri canali e alla stampa ogni iniziativa presa in questo ambito".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità