QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 11 dicembre 2019

Cronaca lunedì 22 giugno 2015 ore 19:29

Usavano i detenuti per spacciare la coca

La droga, proveniente dalle province di Firenze e Pisa, veniva venduta in provincia di Siena: nuovo capitolo dell'operazione 'on the road'



SIENA — Nei giorni scorsi i carabinieri del Nucleo Investigativo di Siena, nell’ambito di una complessa attività investigativa antidroga in provincia, hanno eseguito tre arresti su richiesta della Procura della Repubblica, insieme a perquisizioni personali e domiciliari a carico degli indagati.

Le indagini dei Carabinieri, dirette da Giuseppe Grosso e coordinate dal Procuratore Capo Salvatore Vitello, sono iniziate nel mese di gennaio 2014 e hanno riguardato principalmente la provincia di Siena dove alcuni cittadini di nazionalità albanese, in collaborazione con italiani consumatori di sostanze stupefacenti, avevano realizzato un fiorente smercio di cocaina diretta in vari centri della provincia. In particolare, secondo quanto ricostruito dia carabinieri, gli albanesi si sarebbero avvalsi di un insospettabile gruppo di connazionali detenuti nel carcere di Volterra per omicidio che, ammessi al regime di semilibertà o a permessi premio, avrebbero sfruttato tali concessioni di libertà anche per trafficare in cocaina.

La droga, proveniente principalmente dalle province di Firenze e Pisa, veniva immediatamente distribuita al dettaglio in provincia di Siena già durante il percorso di rientro degli spacciatori, verosimilmente secondo i militari allo scopo di ridurre al minimo la perdita della droga in caso di controlli da parte delle forze dell’ordine. Lo smercio settimanale è ammontato a circa 50 grammi di cocaina.

Con le ultime misure cautelari è stato arrestato il cittadino albanese D.V. classe 78, residente ad Asciano (SI), ritenuto il trait d’union per lo smercio della droga nella provincia senese, mentre nei confronti di K.F. classe 82 residente a Sovicille, di origine albanese e V.M. classe 75 residente a Sovicille è stata applicata la misura dell’obbligo di presentazione quotidiana alla Polizia Giudiziaria.

L’operazione, denominata  “ON THE ROAD”, aveva già condotto nei mesi scorsi all’arresto per detenzione di droga ai fini di spaccio di C.E., classe 1995, di origine albanese, disoccupato; .P., classe 1994, di origine albanese, disoccupato. A Pontedera erano stati trovati in possesso di 7 grammi di cocaina, suddivisa in dosi, grammi 7,40 di marijuana e 6mila euro in contanti, ritenuti provento dell’attività di spaccio. Inoltre, H.V., classe 1990, di origine ucraina, panettiere, che, nel corso di perquisizione domiciliare a Lajatico, è stato trovato in possesso di grammi 25 circa di marijuana e grammi 2 circa di cocaina, bilancino di precisione e 1050 euro in contanti.



Tag

Mes, Meloni: «Le nostre tesi sono sostenute da 32 economisti, ne capiscono più di Gualtieri»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità