QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 23°26° 
Domani 23°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 27 luglio 2016

LA MADIA E IL CAPANNO — il Blog di Barbara Mori

Barbara Mori

BARBARA MORI - Appassionata cuoca e scrittrice per diletto, si divide rocambolescamente tra lavoro e famiglia, fornelli e PC. Crede profondamente nella necessità di ritornare progressivamente ad uno stile di vita più semplice e naturale e crede anche che questo percorso possa tranquillamente partire da una pentola sul fuoco.

Aspetta e kalispera

di Barbara Mori - mercoledì 02 settembre 2015 ore 07:00

L’estate 2015 sarà sicuramente ricordata, oltre che per il caldo torrido, per la Grecia, il suo popolo, il suo leader.

Ciò che è accaduto e sta accadendo a questa meravigliosa terra nel suo momento di grande difficoltà non può che far riflettere.

Non vi dirò come la penso su Europa, Euro, chi deve fare cosa e via dicendo. Lascio che la matassa se la sbroglino economisti, politici e chi di mestiere aumenta l’audience litigando ai talk show.

Qualcosina al proposito potreste estorcermelo soltanto all’ombra di un albero di fico a Iraklia, dopo qualche bicchierino di ouzo accompagnato da pita e olive, e con lo sguardo rivolto al turchese del mare Egeo punteggiato di barchette operose.

Qui vorrei fare solo una genericissima riflessione.

E’ proprio necessario correre tutti alla stessa velocità?

Vale la pena perdere le proprie specificità, le proprie caratteristiche in nome di un qualcosa che nessuno sa ben definire?

Lo so, sono semplice e superficiale e qui di semplice non c’è proprio niente. Ma forse il problema è proprio questo … Come abbiamo fatto a incasinarci la vita così?

E pensare che la Grecia è naturalmente la culla della democrazia e della civiltà occidentale, della filosofia, dei giochi olimpici. Il suo ideale di bellezza nell’arte ha fortemente influenzato l’intera cultura occidentale. E’ la patria del teatro, della medicina, della matematica, dell’architettura. E’ stata nei secoli attraversata da menti vivacissime ed effervescenti, Dei capricciosi, Miti epici, Eroi dall’irresistibile fascino … Dopo questa lunga fase di eccessiva iperattività magari si sono presi una pausa …. Corsi e ricorsi del Vico … la ruota gira … prima o poi tornerà il sole… sempre bene non può andare sempre mal non può durare…

Allora mi rivolgo a te cugino ellenico, ma anche a te fratello italico e poi forse anche a te, amico iberico: non ti resta che una cosa da fare … come Penelope … aspetta e kalispera.

TZATZIPRAS

A questo eroe greco, o antieroe, a seconda dei punti di vista, a questo coacervo di gioventù, bellezza e coraggio (con riferimento al suo ruolo di leader politico, ovviamente) dedico il mio ennesimo semplicissimo esperimento culinario. E’ una salsa di accompagnamento a carni, verdure o focacce…

  • 80 gr. di yogurt greco
  • 150 gr. di olive kalamata
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio evo
  • Sale e pepe

Snocciolo le olive e faccio un patè frullandole insieme a olio e aglio.

Mescolo una parte di patè e una parte di yogurt

Aggiusto di sale (pochissimo perché le olive sono molto sapide, a volte non serve neanche) e di pepe.

Aggiungo un filo d’olio se serve ad emulsionare meglio il composto.

Questa salsa attutisce l’aggressività del patè d’olive che comunque è il gusto prevalente e gli dà un tono di acidula freschezza.

Barbara Mori

Articoli dal Blog “La madia e il capanno” di Barbara Mori