QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°20° 
Domani 15°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 21 settembre 2019

Attualità giovedì 31 ottobre 2013 ore 12:25

Dalla scuola al lavoro con l'aiuto di Fixo



Parte negli istituti Fermi e Marconi il progetto di placement scolastico che attraverso percorsi personalizzati avvicinerà gli studenti a Università e aziende PONTEDERA – Informare, guidare e aiutare gli studenti che si affacciano al mondo del lavoro o che intendono proseguire con gli studi universitari. Questo l’obiettivo di Fixo, il progetto di Formazione e Innovazione per l’Occupazione che verrà per la prima volta sperimentato nelle scuole di Pontedera, all'istituto tecnico commerciale, l'Itc Fermi e istituto tecnico industriale, l'Itis Marconi. “Si tratta di un servizio di placement – ha spiegato la preside Cristina Cosci durante la presentazione di questa mattina al Fermi – una serie di percorsi individuali di accompagnamento al lavoro e allo studio universitario che puntano a formare ragazzi più consapevoli delle loro capacità, più autonomi nelle loro scelte e più preparati nell’affrontare ciò che viene dopo il diploma: il mondo del lavoro o quello dell’università”. Il progetto, per il quale le due scuole sono state selezionate fra le tante della regione, si rivolge agli studenti delle classi quarte e quinte e ai diplomati del 2013. Per adesso le adesioni complessive sono state intorno alle 400. Il servizio si svolgerà in quattro fasi: un’analisi del target, accoglienza, orientamento e mediazione al lavoro, per un totale di 7 ore ogni studente. Figure professionali elaboreranno piani personalizzati e faranno conoscere ai ragazzi tutta la rete di strutture a cui una volta usciti da scuola potranno rivolgersi per le loro esigenze: dipartimenti universitari di Pisa, scuola Sant’Anna, Cnr, centri per l’impiego, ordini professionali. “In sostanza – ha spiegato il preside dell’Itis Marconi Pierluigi Robino – è quello di accorciare i tempi, insegnando e orientando i ragazzi senza che questi facciano scelte sbagliate solamente per mancata informazione. La scuola si fa intermediaria con università e lavoro, andando a potenziare quella rete di strutture già esistenti”. Il progetto, già sponsorizzato nelle classi, dovrà partire nei prossimi giorni ed oltre alla serie di percorsi personalizzati per i ragazzi che aderiranno offrirà anche un’iniziativa aperta a tutti: a gennaio si terrà infatti una due giorni di orientamento alla quale saranno presenti tutti i dipartimenti dell’Università di Pisa, con videoconferenze di presentazione che verranno poi trasmesse in tutte le altre scuole superiori del Villaggio Scolastico.


Tag

Conte arriva ad Atreju con il figlio: «Sono anche un papà ed è il mio turno... dove lo lascio?»

Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Cronaca

Attualità

Attualità