Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 22:20 METEO:PONTEDERA12°21°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 08 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Attualità domenica 28 febbraio 2016 ore 13:18

Su internet, ancora più veloci

Il Comune del sindaco Guidi è stato scelto insieme ad altre dieci realtà per sperimentare il lancio della banda ultralarga



BIENTINA — La ragione della scelta di Bientina è che non rientra in aree giudicate interessanti per gli operatori privati: "E' il primo passo operativo per lo sviluppo della banda ultra larga in Toscana" ha detto l'assessore regionale ai sistemi informativi Vittorio Bugli nell'incontro a Palazzo Strozzi Sacrati, tra la Reqione, il Ministero dello Sviluppo Economico e Infratel spa, societá in house del Mise e i rappresentanti degli comuni interessati.

"I cantieri potranno partire già dopo 45 giorni dalla firma delle convenzioni che consentiranno di accelerare i tempi e abbassare i costi" ha spiegato Alessio Beltrame, capo della segreteria politica del sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonello Giacomelli che ha la delega alle telecomunicazioni.

"Gli undici comuni – ha detto ancora Bugli all'incontro cui ha partecipato anche l'assessore alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo, la direzione dell'agricoltura che fa capo a l'assessore Marco Remaschi e l'Anci - saranno degli apripista rispetto a un intervento che riguarderà tutta la Toscana: di qui al 2020 contiamo di coprire con questa infrastruttura tutta la regione. Ma questo è un esempio di come siamo impegnati per arrivare in anticipo rispetto al termine previsto, in Italia saremo una delle prime regioni a cogliere questo obiettivo."

Oltre a Bientina gli altri Comuni sono: Santa Croce sull'Arno e Pomarance in provincia di Pisa, Roccastrada, Capalbio e Castel del Piano in provincia di Grosseto, Altopascio e Porcari in provincia di Lucca e ancora Cerreto Guidi (Firenze), Campo nell'Elba (Livorno), San Marcello Pistoiese (Pistoia).

Ai rappresentanti di questi undici comuni è stata subito sottoposta una convenzione da stipulare con Regione, Ministero e con Infratel per poter avviare l'iter che in tempi brevissimi condurrà alla realizzazione degli interventi. In questi anni un problema che ha rallentato e aumentato i costi dei lavori è stato rappresentato dai tempi biblici di rilascio dei permessi sul territorio, da comportamenti e decisioni non uniformi e spesso senza senso.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Emergenza Covid, mentre la Toscana va verso la terza settimana consecutiva di zona gialla ci sono alcuni territori ancora a rischio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

Attualità