QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°16° 
Domani 15°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 22 ottobre 2019

Politica martedì 18 giugno 2019 ore 11:53

Assessore esterno, la "Contraddizione" di Alderigi

Il neo sindaco di Calcinaia Cristiano Alderigi

Il centro destra va all'attacco del sindaco per la nomina come assessore esterno di Maria Ceccarelli, che non si era presentata alle elezioni



CALCINAIA — "Il neo Sindaco Alderigi, dopo aver presentato ed elogiato più volte la sua squadra in campagna elettorale, inserisce in giunta l’assessore Maria Ceccarelli (ex assessore alla cultura), non presentatasi a queste elezioni, adottando cosi la formula dell’assessorato esterno", affermano Daniele Ranfagni, Marco Buggiani, e Debora Sforza, consiglieri comunali del centrodestra.

"Sinceramente questa scelta ci fa riflettere perché Ceccarelli appunto, non essendosi candidata volontariamente a questa tornata elettorale, la ritroviamo comunque a ricoprire il ruolo di assessore con delega ai lavori pubblici, manutenzioni e decoro urbano e, così facendo, Alderigi, fa venire meno la diretta espressione popolare che invece, attraverso il voto, ha fornito le preferenze ad i candidati inseriti nella lista da lui composta. Ceccarelli inoltre, non è stata riconfermata alla pubblica istruzione, bensì, le vengono affidati i lavori pubblici: questo è un chiaro segnale che tra i neo eletti di Alderigi non ci sono figure professionali in grado di gestire una delega tanto delicata ed importante", proseguono i tre consiglieri comunali.

"Una contraddizione forte questa, di Alderigi, che non premia sicuramente i nuovi volti che sono scesi in campo e ci hanno messo la faccia nonostante lo scenario politico amministrativo incerto, per vedere premiato infine un assessore esterno proveniente dalla giunta Ciampi.

Ma come mai questa mossa? Che logiche sono state utilizzate? Abbiamo provato a darci delle risposte e siamo giunti a queste conclusioni:

Ci viene da pensare che la squadra giovane e nuova del centro-sinistra a trazione PD, sia stata in parte sfruttata a scopi elettorali dagli stessi partiti, e questa teoria trova conferma non solo nella nomina esterna di Ceccarelli, ma anche dal fatto che la giunta compreso il sindaco è di nuovo composta da 4 membri del precedente consiglio comunale (ovvero Alderigi, Tani, Ferrucci e la stessa Ceccarelli) e solo 2 nuovi membri (Morelli e Doveri), il che ci porta a pensare che sarà sempre la solita “zuppa”. Inoltre questa sorta di espedienti li possiamo trovare anche nei trascorsi della lista del Bene Comune (ricordiamoci le dimissioni di Bani e Tessitori nella precedente legislatura).

Altra possibilità è che invece la professoressa Ceccarelli rappresenti “l’occhio vigile” della Ciampi all’interno della giunta, messa lì con compiti ben precisi… Comunque sia, da qualsiasi punto di vista si voglia vedere l’impiego di Ceccarelli, è evidente che, non avendo competenze specifiche nel settore delle opere pubbliche, la sua nomina risulta una chiara bocciatura dei consiglieri eletti nella schiera di Alderigi.

Insomma a Calcinaia questo “Valzer delle poltrone” in stile “Game of Thrones” genera malumori fra i candidati della lista “Uniti Per Calcinaia” e non solo, soprattutto fra i cittadini che, attraverso il voto, hanno indicato preferenze verso alcuni candidati sperando di poterli trovare in posizioni di governo migliori, salvo poi vedere superati gli stessi da un assessore esterno”.



Tag

Myrta Merlino a Matteo Salvini: «Le offro una camomilla...», «Solo se non è zuccherata, sennò la tassano»

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Sport

Attualità

Cronaca