QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°22° 
Domani 16°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 14 ottobre 2019

Politica lunedì 03 aprile 2017 ore 17:15

Corte dei Conti contro Calcinaia per 217mila euro

Il nuovo parcheggio in via della Lucchesina

Come anticipato da QuiNews è arrivato il pronunciamento dei giudici sul presunto aggiramento del patto di stabilità. Nel mirino via della Lucchesina



CALCINAIA — Quelle che poco più di dieci giorni fa erano solo indiscrezioni, oggi 3 aprile, hanno trovato conferma. Dopo quella di Pontedera, anche l'amministrazione comunale di Calcinaia ha infatti ricevuto il pronunciamento della Corte dei Conti della Toscana che accusa la giunta di non aver rendicontato sul bilancio comunale 2013 il costo di un'opera pubblica realizzata sul territorio grazie all'Unione Valdera. Una manovra che, secondo i giudici contabili, avrebbe portato alla violazione del patto di stabilità.

Dopo l'anticipazione pubblicata giorni fa da QuiNewsValdera, la notizia è stata ora ufficializzata direttamente dal Comune attraverso una nota stampa nella quale, oltre a fornire i dettagli del caso, viene specificato che "non ci saranno ulteriori prese di posizione da parte dell'ente su questa vicenda". Salvo poi annunciare un ricorso contro la pronuncia dei giudici contabili.

Se a Pontedera la contestazione tocca l'edilizia scolastica e le fognature, per quanto riguarda Calcinaia nel mirino della Corte dei Conti sono finiti i lavori su via della Lucchesina, la strada comunale fra Fornacette e il capoluogo sulla quale quattro anni fa sono stati realizzati il nuovo asfalto, un parcheggio e uno spazio verde. L'opera è stata inaugurata il 2 febbraio 2013 e la cifra contestata dai giudici contabili è di oltre 217mila euro.

"Nel rispetto assoluto del lavoro della Corte, dei magistrati, delle sentenze e del legittimo ricorso che ne potrebbe seguire - si legge nella nota stampa inviata dal municipio - il Comune di Calcinaia vuole ribadire con forza la completa trasparenza con cui l’amministrazione ha agito anche in questo caso, mettendo al corrente la popolazione dell’intervento che intendeva realizzare. Appare molto chiaro in effetti - hanno aggiunto gli amministratori - il paradosso per cui, in questo particolare momento storico, Stato e Regione chiedono da un lato ai Comuni di aggregarsi per gestire assieme funzioni e servizi e, dall’altro, la Corte dei Conti sanziona proprio i Comuni che, assieme ad altri, hanno realizzato l’Unione a cui poi hanno trasferito il compito di eseguire lavori pubblici".

L'opera di via della Lucchesina era già compresa nel piano delle opere pubbliche da trasferire all’Unione dal 2009, due anni prima dell’entrata in vigore della disciplina del patto di stabilità, e il Comune l'aveva inserita anche nei rendiconti degli anni 2011 e 2012.

Ora per questa opera e per il relativo accertamento della Corte dei Conti, il municipio e gli amministratori calcinaioli rischiano sanzioni e stipendi. "L’amministrazione comunale - si legge ancora nella nota - sarà coesa con quella pontederese nel far presente ad Anci ed allo stesso Governo l’attività e lo sforzo che gli enti locali producono tutti i giorni per dare risposte tangibili ai territori e ai loro abitanti. Nel farlo cercherà di affermare come l’Ente si sia mosso tenendo conto delle chiare indicazioni di legge che individuavano nell’Unione dei Comuni il metodo più efficace per dare servizi sempre più efficienti alle proprie comunità. Gli amministratori hanno avuto l’unica colpa di realizzare opere pubbliche attraverso strumenti che nessuna legge vietava loro di porre in essere. In questo caso non c’è nessuna battaglia ideologica o di parte da difendere con convinzione - hanno concluso -, se non l’onestà e la trasparenza con cui l’amministrazione ha agito per rispettare il mandato ricevuto dai cittadini e dare risposte concrete e rapide alle loro richieste".



Tag

Quota 100, Salvini: «Se la aboliscono per tornare alla legge Fornero, ci barrichiamo in Parlamento»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Attualità