Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:00 METEO:PONTEDERA10°12°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 27 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vaccino Pfizer per i bambini di 5-11 anni. Tutti i dati su rischi e benefici

Cultura lunedì 06 settembre 2021 ore 15:00

Un tour tra Arti e Mestieri

In giro per Fornacette e Calcinaia a scovare le 'mattonelle' ispirate alle Arti e Mestieri medievali con il loro creatore Stefano Stacchini



CALCINAIA — Forse molti degli abitanti del Comune, avranno notato passeggiando e sbrigando compere per i paesi di Calcinaia e di Fornacette, delle singolari mattonelle appese alle entrate dei vari esercizi commerciali. Chissà quanti si sono fermati a rimirarle e quanti hanno chiesto di cosa si trattasse. Immaginando che la percentuale seguisse la forma di un imbuto, abbiamo pensato di incontrare il loro ideatore Stefano Stacchini, pittore, grafico, poeta visivo nonché ingegnere, anche se lui preferisce definirsi ‘immaginifico’ in quanto creatore di immagini. 

Lo scopo è stimolare in chi legge quella curiosità che porta a uscire di casa e a guardare anche il proprio paese con un interesse diverso. Un po' come una caccia alle uova di Pasqua anglosassone o se preferite la caccia ai Pokemon virtuali, vi invitiamo a percorrere le strade come i corridoi di una mostra a cielo aperto e a scovare nei vari esercizi commerciali del Comune, questi stemmi, opere d'arte atte a nobilitare le attività e a creare un senso di appartenenza in chi le guarda. 

"Uscite dallo studio e guardate anche le strade, quanti colori stonati, quante vetrine che potrebbero esser più belle, quante insegne di cattivo gusto, quante forme plastiche sbagliate. Perché non intervenire? Perché non contribuire a migliorare l'aspetto del mondo nel quale viviamo assieme al pubblico che non ci capisce e che non sa cosa farsene della nostra arte?" 

Così, ci ricorda Stacchini, parlava il grande Bruno Munari più di mezzo secolo fa dalle pagine “AZ arte d'oggi” (anno II n. 1 - gennaio 1950, prima pagina; Milano 1950). Decorare, arredare o semplicemente abbellire il territorio dove viviamo la nostra quotidianità di quartiere o di paese, è diventato oggi un concetto condiviso da un numero crescente di comuni. Capire la funzionalità di un oggetto d’arte non è però sempre scontato, complice una buona parte di arte, praticata al di fuori dello spazio di condivisione con la comunità e per scopi puramente estetici. 

Stefano Stacchini ha bene in mente questo concetto e come realizzatore del progetto CentriAmoLeArti, lo ha tradotto sotto forma di prodotto artistico: “Il progetto è nato dalla proposta dell’amministrazione comunale di portare arte nei suoi centri commerciali. Da lì, ho avuto l’idea di attingere alla nostra storia e riprendere il concetto di ‘stemma’ legato alle arti e mestieri medievali.” Il risultato sono mattonelle in forex, un materiale plastico (PVC) di origine elvetica, che si presenta sotto forma di pannelli, facili da lavorare e da stampare e che ricordano per particolari diversi, le singole attività coinvolte. Così vediamo ad esempio un componente dell’arredo di un negozio, un orologio, la trama del disegno di tavolini, il profilo di un palazzo, di uno sgabello, di una finestra o del pancione di una donna incinta arricchiti dalla fantasia degli elementi di grafica che rendono la composizione accattivante, fresca ed evocativa. L’autore lascia spazio all’intuizione e alla fantasia di chi guarda. Il cliente riconosce il particolare e si riconosce come appartenente a quell’esperienza per ovvi motivi di frequentazione o per possibili agganci di memoria a quel particolare."

“Per me l’arte è ars ossia abilità, mestiere e ciò che lascia traccia è l’idea o la poesia che esprime e imprime emozione in chi guarda” - ci spiega Stacchini – “l’arte è quindi funzionale in questo caso alla comunità per cui si crea un ambiente pedagogicamente attivo attraverso un intervento artistico ma di promozione commerciale. Un’ ‘archiscultura’ la definirei, un arredo urbano che porta arte nei nostri paesi.” Difendere il commercio di vicinato dalle grandi catene di distribuzione è lo scopo con cui l’amministrazione comunale ha partecipato al bando regionale D.D. 4647 del 26/03/2020, per la qualificazione e valorizzazione dei luoghi del commercio, aggiudicandosi 18.000 dei 23.000 euro messi in campo. Sulla piazza Tamisoara si trova il grande pannello che illustra il progetto e la legenda dei punti dove sono esposte le opere.

Stacchini non è nuovo a interventi del genere. Si trova traccia del suo interessante lavoro anche a a Lajaitico per la Chiesa di San Leonardo la cui facciata ed i portali sono stati abbelliti con formelle raffiguranti rispettivamente Cristo, San Leonardo e San Lino e una Allegoria del Credo. Oltre a riportare allo splendore la facciata, è stata applicata un’innovativa tecnica di intervento su parete, “affresco riportato”, attraverso il riporto di pannelli affrescati e loro armonizzazione con l’esistente. Gli “Affogati alla frutta” si trovano invece a Legoli presso i lavatoi pubblici e sono ispirati all’opera di Caravaggio. La lista è lunga e comprende il Muro a Cascine di Buti dedicato allo street artist di fama mondiale Banksy e ispirato al concetto di pedagogia del dissenso; “Vespa Babb”, interpretata dallo stesso artista Babb e rielaborata da Stacchini “I’m a liar!” (sono un bugiardo). “Tutte le opere sono unite da un intento di educazione all’immagine, al bello, alla cultura dello sguardo perché ‘si guarda con gli occhi ma si osserva con la mente’. L’arte del racconto per immagini crea un ambiente in cui riconoscersi. Mettere un segno d’arte ad esempio sull’arte del commercio come in CentrAmoleArti, è come accendere uno spot di attenzione e agevolare un servizio di quartiere.”

In chiusura di questa stimolante conversazione Stacchini ci rivela il suo ultimo progetto legato al Comune di Calcinaia che riguarda il velodromo, il luogo simbolo di Fornacette intriso della sua storia e intrecciato alla gente del paese che fu e di cui è fondamentale mantenere viva la memoria. Chiudiamo con l’augurio che la visione di Stacchini possa assolvere a questo arduo compito nella condivisone partecipata e orgogliosa di tutti i cittadini.

Elisa Cosci
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle ultime 24 ore sono state rilevate sul territorio 25 nuove positività al coronavirus. I contagi concentrati in 5 Comuni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Tabasco n.6

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Mattia De Santi

Giovedì 25 Novembre 2021
Onoranze funebri
Mancini & De Santi Capannoli, Fornacette
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità