Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PONTEDERA20°33°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«È la mia ragazza», il coming out di Lucilla Boari

Attualità mercoledì 13 gennaio 2021 ore 14:50

Grillaia, Regione e Comune verso l'acquisto

La Grillaia vista dall'alto
La Grillaia vista dall'alto

Proseguono le trattative di cessione della discarica. Tarrini: "L'obiettivo è l'esproprio, al momento non posso dire di essere fiducioso"



CHIANNI — Con una delibera della giunta regionale del Maggio 2020 sono stati autorizzati nuovi conferimenti di rifiuti, 270mila metri cubi tra cui anche amianto, alla discarica Grillaia di Chianni, in un processo che porti poi anche alla messa in sicurezza e alla chiusura definitiva del sito.

Su questo nuovo sviluppo c'è stata un'alzata di scudi da parte della popolazione con manifestazioni, tenutesi prevalentemente nel vicino Comune di Terricciola, guidate dal sindaco di quel paese, Mirko Bini. Quest'ultimo, insieme ai cittadini, ha presentato anche un ricorso contro la riapertura. Il Gruppo Zero ha invece scritto sia al presidente della Toscana Eugenio Giani che all'Unione Valdera, per chiedere che a Chianni non vengano più conferiti rifiuti. Una soluzione difficile da attuare, come vedremo tra poco.

Il sindaco di Chianni, Giacomo Tarrini, ha invece mantenuto una posizione più politica, cercando di trattare con le parti in causa per arrivare ad un esproprio della discarica all'attuale proprietaria, la Nuova servizi ambiente.

Già in estate si parlava di un possibile acquisto della Regione Toscana e ora, come hanno confermato sia Tarrini che Mario Giusti, presidente di Nuova servizi ambiente, la trattativa sta proseguendo. QUInews Valdera ha sentito sia il primo cittadino chiannerino che il proprietario della Grillaia. Le cifre di cui si parla oscillerebbero tra una richiesta di circa 10 milioni di euro e un'offerta di 3. Né Tarrini né Giusti hanno voluto confermare o smentire questi importi. 

"Stiamo lavorando - ha spiegato Tarrini - per un esproprio che renda la discarica di proprietà del Comune di Chianni, stiamo cercando gli strumenti adatti affinché possa diventare comunale, non della Regione". Abbiamo chiesto a Tarrini se può dirsi fiducioso dell'andamento delle trattative e di un possibile esito positivo, a breve: "Al momento no, dico solo che stiamo trattando, che il tavolo è attivo, ma non vedo una conclusione a breve. Quel che dobbiamo ricordare è che, comunque vada, ci saranno dei conferimenti alla Grillaia. La delibera parla chiaro".

A proposito della delibera, abbiamo chiesto a Giusti se ha delle scadenze che se non venissero rispettate farebbero saltare i nuovi conferimenti: "Nessuna scadenza - ha detto il proprietario di Nsa - è come per un cantiere di una casa, si iniziano i lavori (e i lavori alla Grillaia sono ripresi ad Agosto, ndr), ma una volta iniziati non c'è un termine per la conclusione".

Giusti ha ripetuto la sua disponibilità: "Io sono il proprietario e mi è stato detto che qualcuno è interessato a comprare. Sono disponibile, la trattativa esiste da molto, aspetto che mi chiamino se ci saranno delle offerte". 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Covid, sono in tutto 40 i nuovi casi Covid sul territorio della Valdera. 80 i contagi totali in provincia di Pisa mentre sono 748 quelli in Toscana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Giovanni Savino

Martedì 27 Luglio 2021
Onoranze funebri
BIASCI Lorenzana Collesalvetti Casciana Terme
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

STOP DEGRADO