Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:00 METEO:PONTEDERA15°19°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 30 settembre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Fiume di fango sfiora le case: a Formia frana la montagna dopo il nubifragio

Attualità martedì 22 settembre 2015 ore 09:00

La chat anti ladri funziona ancora

Al centro polivalente di Fabbrica summit tra i cittadini, il maresciallo Casciello e il sindaco Macelloni. Da febbraio non ci sono stati più episodi



PECCIOLI — Attenzione alle truffe e lasciate perdere i gesti eroici. Sono questi i consigli che sono stati dati ieri sera ai cittadini di Fabbrica di Peccioli dal maresciallo dei carabinieri Domenico Casciello, durante uno degli incontri promossi dal Comune per difendersi da truffe e furti.

L'incontro al centro polivalente della frazione, a cui ha partecipato anche il sindaco Renzo Macelloni oltre a una quindicina di persone, è servito per fare il punto sulla situazione dei furti nelle abitazioni che aveva visto il piccolo paese protagonista nei mesi tra dicembre 2014 e gennaio 2015.

Fabbrica era balzata agli onori delle cronache regionali, con servizi della Rai e di Italia 7, perché i suoi abitanti si erano riuniti in una mega chat di Whatsapp (iscritte circa 80 persone su una popolazione di 900), nata per sorvegliare il territorio e segnalare persone o auto sospette.

Dopo l'inverno caldo con diversi colpi messi a segno dai ladri e l'epilogo di un incidente tra i ladri e una vettura con a bordo padre e figlia (finita all'ospedale) i residenti avevano messo a punto questo originale sistema di sorveglianza tramite smartphone: foto e segnalazioni che (i fabbrichesi faranno gli scongiuri) hanno dato i loro frutti: da allora non ci sono stati furti: “La chat continua a essere attiva e funzionante – spiega David Crecchi, uno dei quattro fondatori insieme ad Alberto Barsottini, Dario Giusti e Federico Lippi – alla riunione il maresciallo ci ha spiegato quali sono gli ultimi stratagemmi messi in piedi da alcuni truffatori. Si tratta di stare attenti e di evitare gesti eroici se si sentono rumori strani in casa: piuttosto che affrontare i ladri è meglio fare qualche rumore, in modo da allontanarli”.

René Pierotti
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nelle piazzole di sosta della strada che da Pontedera porta in Alta Valdera un cittadino ha segnalato la presenza di rifiuti ingombranti abbandonati
DOMANI AVVENNE
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura