QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 7° 
Domani 11° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 12 dicembre 2019

Politica sabato 02 maggio 2015 ore 17:00

Marianelli e Castagni Fabbri criticano la giunta

Castagni Fabbri e Marianelli
Castagni Fabbri e Marianelli

Polemiche dopo l'ultimo Consiglio comunale: i consiglieri di minoranza di entrambe le liste hanno abbandonato l'aula durante il voto sul bilancio 2014



PECCIOLI — Tuonano le opposizioni pecciolesi. Nell'ultimo Consiglio comunale clima rovente con Marianelli e Castagni Fabbri a inveire contro il sindaco Macelloni, la giunta e i consiglieri per la consegna in ritardo dei documenti sul bilancio consuntivo 2014, da approvare nella seduta stessa e che poi, alla fine, è stato votato solo dalla maggioranza, mentre i consiglieri di minoranze, di entrambe le liste, abbandovano l'aula.

I documenti che dovevano essere consegnati con largo anticipo sono invece arrivati a poche ore dal consiglio del 30 aprile: “Peccato – scrive Castagni Fabbri di Un Comune per tutti - che il bilancio su cui il revisore era chiamato ad esprimere il proprio parere sia stato approvato dalla Giunta solo pochi giorni prima della convocazione del Consiglio, e che il regolamento di contabilità comunale (approvato nel lontano ’96, sindaco un certo Renzo Macelloni) conceda al revisore 30 giorni di tempo per relazionare. Peccato anche che la legge italiana stabilisca che i consiglieri debbano ricevere tutti i documenti - inclusa la relazione del revisore - almeno 20 giorni prima del Consiglio, proprio perché riconosce loro il ruolo primario di controllori della legittimità e correttezza del bilancio, in nome e per conto dei cittadini che li hanno eletti”.

Sia i consiglieri di Un Comune per tutti che quelli di Progetto Comune hanno chiesto il rinvio della votazione sul bilancio, come spiega Marianelli: “In questo stato di cose abbiamo chiesto, noi ed i rappresentanti dell’altra lista di minoranza, il rinvio ad altra data del punto in questione; di fronte al voto contrario siamo stati costretti ad assentarci dalla votazione del rendiconto di gestione, con notevole rammarico”.

I rappresentanti della lista di Marianelli e quelli di Castagni Fabbri si sono alzati e hanno abbandonato l'aula.

I due gruppi concludono criticando aspramente la maggioranza, Un Comune per tutti lo fa con una serie di domande: “Ci domandiamo, dunque, se tanta approssimazione sia davvero il frutto di semplice sbadatezza da parte di chi ha scelto per motto della propria campagna elettorale 'uno che il Sindaco lo sa fare'. Ci domandiamo, inoltre, se i consiglieri di maggioranza - la cui voce rimane in larga parte sconosciuta ai frequentatori delle sedute consiliari di Peccioli - si siano resi pienamente conto di ciò che ieri hanno avallato con il proprio voto. Ma soprattutto ci domandiamo se le parole che il Sindaco ha pronunciato mentre i consiglieri di opposizione si allontanavano dall’aula – “ognuno si assume le proprie responsabilità” – siano suonate rassicuranti per il segretario comunale a cui spetta, come pubblico ufficiale, il compito di attestare la regolarità dello svolgimento delle sedute del Consiglio comunale e la legittimità formale dei provvedimenti adottati”.

Progetto Comune invece sottolinea come questo clima non porti a una proficua collaborazione: “In questo modo si crea un grave disequilibrio fra le forze di minoranza e quelle di maggioranza, si nega l’informazione, quindi l’effettivo e legittimo esercizio di controllo sull’operato di esse, sotto l’aspetto sia formale che legale; inoltre porta ad un clima di inasprimento tra le parti che negando il reciproco rispetto, non risulterà fruttuoso per nessuno per il resto della legislatura. Per questo ci auguriamo che si capisca la gravità che certe azioni comportano e si creino le condizioni per operare meglio in futuro”.



Tag

Mes, Conte: «L'Italia non ha nulla da temere, il nostro debito è sostenibile»

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Cronaca

Attualità

Attualità