Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:28 METEO:PONTEDERA12°22°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 23 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Quota 100, Draghi: «Non sarà rinnovata e puntiamo a un graduale ritorno alla normalità»

Sport giovedì 16 settembre 2021 ore 18:00

Coppa Sabatini, la vittoria è ancora di Valgren

La vittoria di Valgren ( foto da RaiSport )

Straordinaria doppietta del ciclista danese, vincitore ieri del Giro della Toscana. Fuga decisiva di un gruppetto di otto corridori



PECCIOLI — La 69esima edizione della Coppa Sabatini parla danese e la vittoria va a Michael Valgren, già trionfatore ieri del Giro della Toscana, che mette così a segno una straordinaria doppietta.

Il ciclista del team EF Educational Nippo ha avuto la meglio su Sonny Colbrelli, campione italiano ed europeo, giunto secondo dopo un testa a testa finale tra i due. Terzo il francese Burgaudeau.

Decisiva per l'esito finale della corsa la fuga di un gruppetto di otto corridori, che hanno preceduto il gruppo, giunto a distacco.

L'azione decisiva a Montefoscoli, a 45 chilometri dal traguardo.

L’andatura è sostenuta, molti fanno smorfie di fatica, in tanti si sfilano e poi cedono.

In testa si ritrovano in quattordici, compresi i cinque fuggitivi della prima ora.

Sono Alessandro Fedeli (Italia), James Whelan (EF Education – Nippo), Ben Swift (INEOS Grenadiers), Filippo Magli (Bardiani-CSF-Faizanè) e Riccardo Tosin (Vini Zabù), ci sono Mathieu Burgaudeau (Team TotalEnergies), Sonny Colbrelli e Hermann Pernsteiner (Bahrain-Victorious), Michele Gazzoli (Bardiani), Gianni Moscon (INEOS-Grenadiers), Lorenzo Rota (Intermarché – Wanty Gobert), Antonio Pedrero (Movistar), Neilson Powless e Michael Valgren (EF Education Nippo), Filippo Baroncini (Italia).

Diego Ulissi è tra quelli che si sono fatti sorprendere e la sua UAE Emirates prova a ricucire il distacco.

Niente da fare, davanti tirano come matti, compreso il Campione d’Europa Sonny Colbrelli.

A Peccioli il vantaggio tocca il minuto, proprio quando inizia la prima tornata del circuito conclusivo, che prevede tre passaggi dal traguardo.

Là davanti tirano talmente come matti che qualcuno perde contatto anche dal gruppo dei fuggitivi, che dopo qualche chilometro rimane composto da otto elementi.

Sono Filippo Baroncini (Italia), il vincitore del Giro della Toscana 2021 Michael Valgren con il compagno Neilson Powless (EF Education Nippo), Mathieu Burgaudeau (Team TotalEnergies), Sonny Colbrelli (Baharain Victorius), Gianni Moscon (Ineos Grenadiers), Lorenzo Rota (Intermarchè Wanty Gobert), quarto al Giro della Toscana di ieri e lo spagnolo Antonio Pedrero (Movistar).

Il gruppo naviga tra il minuto ed il minuto e mezzo di distacco, con la Bardiani Csf che sembra la più convinta a ricucire lo strappo.

Quando inizia l’ultimo giro appare evidente che la partita oramai è chiusa.

Diventa una questione tra gli otto, con sette di loro che faranno di tutto per non arrivare insieme a Sonny Colbrelli all’ultimo chilometro, all’inizio della difficile salita che sale fino al centro storico di Peccioli.

Il primo a partire con convinzione è Neilson Powless della EF Education Nippo.

Quelli della Ef sono in due e c’era da aspettarselo.

Lo statunitense pedala bene e riesce a mettere sette-otto secondi in saccoccia.

Quando mancano cinque chilometri Filippo Baroncini prova ad uscire all’inseguimento dello statunitense ma il suo tentativo dura solo qualche centinaio di metri.

Neilson Powless viene comunque ripreso a due chilometri e mezzo dal traguardo, è tutto da rifare.

Sulla salita finale lo scatto giusto è quello di Michael Valgren.

Sonny Colbrelli si accoda, i due mettono spazio vuoto tra loro e gli altri.

All’ultima curva Sonny Colbrelli stringe un po' il danese alle transenne e si disunisce.

C’è un po' di vento.

Occorre rilanciare la volata, c’è da fare l’ultimo sforzo e Sonny Colbrelli si disunisce ancora.

Micheal Valgren no.

Stringe i denti, pesta sui pedali con la forza della disperazione.

L’italiano si rende conto che le energie sono finite e si rialza a qualche metro dal traguardo, tagliato a braccia alzate dal danese in maglia rosa fucsia.

Doppietta di Valgren, dopo il successo di ieri, che ovviamente si aggiudica anche il challenge Alfredo Martini.

Si chiude così la Coppa sabatini di quest’anno, sessantanove anni da quella prima volta nel 1952.

Di cognome faceva Volpi, di nome Primo.

E primo fu.

Volpi vinse la prima edizione della Coppa Sabatini.

Era nato in Val d’Orcia e vinse la Coppa Sabatini anche l’anno dopo, nel 1953.

Di cognome fa Valgren Hundal e non si chiama Primo.

Ma primo è arrivato oggi dimostrando di essere il più forte.

E’ nato a Andersen Osterild nelle basse terre danesi e ieri ha vinto anche il 6° Giro della Toscana.

ORDINE DI ARRIVO – 69° GRAN PREMIO CITTA’ DI PECCIOLI – COPPA SABATINI

1 – Michael VALGREN HUNDAL in 5 ore, 14 minuti e 20 secondi

2 – Sonny COLBRELLI a 3 secondi

3 – Mathieu BURGAUDEAU a 6 secondi

4 – Filippo BARONCINI a 9 secondi

5 – Lorenzo ROTA a 11 secondi

6 – Neilson POWLESS a 17 secondi

7 – Gianni MOSCON a 33 secondi

8 – Antonio PEDRERO a 40 secondi

9 – Ander OKAMIKA BENGOETXEA a 1 minuto e 25 secondi

10 – Ruben GUERREIRO a 1 minuto e 37 secondi

Il danese Michael VALGREN HUNDAL vince anche la challenge a punti Memorial Alfredo Martini totalizzando 100 punti in totale, grazie alle due vittore al Giro della Toscana ed alla Coppa Sabatini.

In questa speciale classifica a punti l’italiano Lorenzo ROTA si è classificato in seconda posizione.

Al terzo posto Gianni MOSCON.


Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Per lunghi anni ha gestito l'azienda di famiglia, la Egidio Massei, ora in mano al figlio e al nipote, ed è stato presidente del Rotary Club Pontedera
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Dario Massei

Giovedì 21 Ottobre 2021
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Politica

Spettacoli

Politica