Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:PONTEDERA19°33°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 28 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Monaco, finale clamoroso nel Q3: Perez va a muro nelle qualifiche, Sainz non riesce a evitarlo

Attualità venerdì 26 novembre 2021 ore 08:40

Agenda Onu 2030, Pisa esempio di sostenibilità

Dal protocollo Asvis 169 iniziative nel quadro degli obiettivi dell’Agenda Onu. Pacini: “Le aziende sono pronte ma servono infrastrutture sostenibili”



PISA — A un anno dalla firma del protocollo Asvis, l'Unione industriale pisana ha messo in campo 169 iniziative sostenibili, realizzate nel quadro dei 17 ‘goals’ dell’Agenda Onu 2030.

Nel totale delle 169 azioni rilevate e intraprese da enti e aziende, in alcuni casi anche prima del 2020, 36 rientrano nel perimetro dell’obiettivo 9 (Istruzione di qualità) e 31 in quello del ‘goal’ numero 21 (Imprese, Innovazione e Infrastrutture).

"La firma del Protocollo  - ricorda l'Uip in una nota- era avvenuta il 18 novembre 2020 con la partecipazione di Enrico Giovannini (allora portavoce Asvis e oggi Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile), e delle principali realtà del territorio: Unione Industriale Pisana, Provincia, Camera di Commercio, Acli, Comune di Pisa, Comune di Cascina, Comune di Pontedera, Comune di San Giuliano, Comune di San Miniato, Comune di Vecchiano, Università di Pisa, Scuola Superiore S. Anna di Pisa, Scuola Normale Superiore Pisa, Fondazione Talento all’Opera e Cna.

Dati, bilancio ed esperienze sono stati presentati ieri mattina nel corso dell’evento “Pisa, sviluppo sostenibile: un anno di alleanze nel territorio”, organizzato da Unione Industriale Pisana per fare il punto sull’anno appena trascorso, raccontare buone pratiche aziendali e annunciare alcune delle nuove iniziative in programma per il 2022 nel quadro del Protocollo Asvis.

“La provincia di Pisa – ha commentato la presidente Uip Patrizia Alma Pacini – rappresenta in questo senso un unicum in Toscana e in Italia per risultati conseguiti e per il modo in cui riesce a fare squadra. Oggi, a un anno dalla firma del Protocollo, le imprese del territorio dimostrano nei fatti una forte volontà di crescere e di farlo in modo sostenibile. Allo stesso tempo – ha aggiunto Pacini – non possiamo nascondere che persistono ancora alcuni ostacoli allo sviluppo sostenibile e che rischiano di rendere meno attrattivo il nostro territorio in termini di investimenti. La carenza di infrastrutture ferroviarie adeguate alla nostra realtà è un limite oggettivo (assenza di linee interne veloci e alta velocità tirrenica)”. 

“Un altro elemento di criticità – ha precisato la presidente degli Industriali della provincia di Pisa – è il persistente disallineamento di competenze che rischia anche nel nostro territorio, per una carente politica di orientamento e formazione, di fare aumentare il tasso di disoccupazione nei prossimi anni. La nostra provincia invece – ha concluso Pacini – può distinguersi e diventare modello positivo grazie al lavoro di squadra che sinora ha dimostrato essere possibile”.

Per dare visibilità e riconoscimento all’impegno concreto delle aziende pisane nel campo della sostenibilità e dell’adesione agli obiettivi dell’Agenda ONU 2030, l’Unione Industriale Pisana ha lanciato il “Premio Sostenibilità” che sarà assegnato nel giugno 2022 in occasione del Primo Centenario della fondazione di UIP. La presidente Patrizia Alma Pacini ha spiegato: “In collaborazione con l’Università di Pisa abbiamo realizzato un questionario che sarà sottoposto alle aziende associate a Uip. Una commissione selezionerà la vincitrice assoluta e poi le due migliori fra quelle a guida femminile e giovane”.

Una importante operazione divulgativa e orientata alla creazione e al rafforzamento di una rete fra le eccellenze del territorio è quella relativa al lancio di eXL, la rivista quadrimestrale di ricerca e innovazione nata su iniziativa di UIP e Camera di Commercio di Pisa. Andrea Madonna, responsabile UIP per i rapporti con l’Università e direttore editoriale di eXL, ha presentato il bilancio e i numeri del primo anno di questa esperienza condivisa con Università di Pisa, Scuola Normale Superiore, Scuola Superiore Sant’Anna, Cnr, Comune di Pisa, Fondazione Teatro Verdi, Acque Spa, Vitesco, Confservizi Cispel. “Il doppio formato, cartaceo e digitale, si è rivelato di assoluto successo – ha spiegato Madonna -; sono oltre 5.000 le copie stampate di ognuno dei 4 numeri sinora usciti e distribuiti in Italia e all’estero. I contenuti in italiano e in inglese restituiscono alla rivista la dimensione e il profilo internazionale che è la cifra del nostro territorio. In parallelo, è cresciuto anche il social magazine di eXL, dove nel solo canale Facebook sono migliaia le interazioni quotidiane e abbiamo superato il milione di visualizzazioni”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono passati 50 anni da quando Giovanni Meini, Silvano Bibbiani, Rodolfo Taviani e Nicola Pisciscelli, fondarono l’azienda nel 1972.
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità