QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°11° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 20 novembre 2019

Cultura venerdì 11 dicembre 2015 ore 14:00

Inaugurazione della mostra "Al centro del colore"

Nella filiale ponsacchina della Banca popolare di Lajatico grande esposizione dei lavori dei ragazzi dei centri socio riabilitativi della Provincia



PONSACCO — Sabato 12 dicembre nella filiale di Ponsacco della Banca Popolare di Lajatico alle 10 si terrà l’inaugurazione della mostra di pittura “Al centro del colore”. L'evento segna la fase conclusiva del percorso artistico, svolto tra il 2014 e il 2015, dagli ospiti dei Centri Diurni della zona Valdera, grazie al contributo economico della banca.

Il presidente della Banca Popolare di Lajatico Enzo Marconcini spiega: “Il progresso dei Popoli è un problema di educazione era il motto del nostro socio fondatore Guelfo Guelfi e questo risulta ancora più attuale e veritiero oggi, perché dobbiamo capire e fare nostro il linguaggio espressivo di questi ragazzi, manifestato attraverso l’uso dei colori e di tecniche artistiche frutto dei loro pensieri e emozioni".

La mostra di pittura vede protagonisti i ragazzi dei Centri Socio Riabilitativi “L’Aquilone” e “Lo Scoiattolo” di Pontedera, “La Coccinella” di Ponsacco, “Il Girasole” di Santa Maria a Monte, Comunità Alloggio Protetta “Elio Visone” di Rivalto e dei frequentanti il Servizio di Educativa Pomeridiana Disabili della Valdera (servizi e strutture gestiti dalla Cooperativa Agape di Fornacette per conto della Azienda Asl 5 Pisa). Al laboratorio ha potuto partecipare anche la Residenza “Borgo Dei Colori” di Lorenzana

"La Cooperativa Agape, che vanta 750 dipendenti - dice la presidente Marta Perini - svolge, da più di 20 anni, attività di progettazione e gestione di servizi socio-sanitari ed educativi perseguendo l’interesse generale della comunità a favore della promozione umana e dell’inclusione sociale dei cittadini e gestisce, sia in forma privata che per conto terzi, strutture e servizi socio-sanitari in svariate province".

Il laboratorio ha come sede il Centro “L’Aquilone” di Pontedera ed è condotto dal maestro Felice Galli con il supporto degli educatori professionali e degli operatori socio-sanitari che operano nelle strutture/servizi.

Questo l'intervento del critico d'arte Ilario Luperini in merito al ruolo attivo della Bplaj nei campi culturale e sociale: 

"Contribuire a elevare la qualità della vita. Questo uno degli obiettivi, non secondario, che la Banca Popolare di Lajatico si pone da tempo. Lo fa convinta che si possa procedere in quella direzione pensando non solo ai beni materiali, ma anche a quelli immateriali. Insomma, preoccuparsi del benessere sia fisico che spirituale. Le strade intraprese sono essenzialmente due: la cultura e il sociale. Protesa alla perenne ricerca del bello, la banca investe consistentemente sul decoro architettonico e formale delle proprie sedi e finanzia iniziative di assoluto valore planetario come il Teatro del Silenzio.

In questa occasione i due settori di intervento si integrano: l’aiuto finanziario rivolto ad Agape si concretizza in una mostra di elaborati pittorici frutto di un lavoro che l’associazione Agape conduce da tempo nei Centri Diurni Socio Riabilitativi della Valdera.

Nella bella sede di Ponsacco sono esposte dal 12 Dicembre 2015 all’8 Gennaio 2016 alcune opere realizzate nell’ambito del laboratorio “Al centro del colore” condotto da Felice Galli. Sono lavori di diverso stile e di varia levatura, tutti accomunati da un unico filo comune: la creatività artistica come supporto per l’espressione di sé. Opere nelle quali si manifestano , prendono forma mondi interiori complessi e contrastati; opere sostenute da un evidente prezioso lavorio sulla tecnica e sulle modalità espressive offerte dall’uso del colore. Un colore che costruisce nella maggior parte dei casi composizioni astratte, più raramente naturalistiche. Opere frutto di emozioni, di suggestioni, di pensieri in libertà, in cui mano e cervello interagiscono, stimolati positivamente dal supporto intellettuale e manuale degli operatori dei centri. Un’operazione intelligente. E la sede di Ponsacco se ne avvale con convinzione: l’atmosfera della banca è ravvivata da quadri multicolori che affiorano dalle pareti, dai cavalletti, dal bancone dei servizi; i clienti sono accolti da messaggi di ottimismo e di allegria; addobbi di Natale fuori dal consueto, volti a scoprire l’umanità che alberga in ognuno di noi, piuttosto che assecondare il superficiale dominio dei mass media. Valorizzare l’essere piuttosto che l’apparire. Da qui il profondo valore etico dell’azione della Banca Popolare di Lajatico nella sua filiale di Ponsacco".



Tag

Ex Ilva, Conte: «All'incontro con il signor Mittal porterò la determinazione di un paese del G7»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Politica