Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PONTEDERA10°13°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 01 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La protesta degli NCC: strappano il contratto e insultano Salvini. «Con questo ti ci pulisci il...»

Attualità giovedì 30 novembre 2023 ore 15:50

Viale della Rimembranza, si abbattono 23 tigli

Partito il cantiere per il taglio degli alberi malati: saranno sostituiti con altrettante piante della stessa specie



PONSACCO — Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori, in viale della Rimembranza per il taglio e l’abbattimento dei 23 tigli malati. L’intervento si concluderà entro i primi giorni di dicembre, tempo permettendo. Gli altri 77 arbusti saranno monitorati nel tempo, ma al momento non hanno problemi.

Il costo dell’abbattimento dei tigli è stato di 25mila euro a carico del comune di Ponsacco, che è dovuto intervenire subito anche per problemi di sicurezza, visto che nel viale passano le auto e vicino ci sono diverse case. Gli alberi del viale della Rimembranza sono di particolare interesse storico, come l’area che occupano, e sono vincolati e tutelati dalla Sovrintendenza, che è stata interpellata per il taglio.

Sono stati eseguiti esami specifici sulle piante, al fine di dimostrare la necessità dell’abbattimento, da agronomi dell’Università di Bologna.

I parchi e viali della Rimembranza sono luoghi destinati al culto e alla memoria dei caduti della Prima Guerra Mondiale, tipici dell'Italia. Furono istituiti con la Circolare del 27 dicembre 1922 emanata dal Sottosegretario al Ministero dell'istruzione on. Dario Lupi. La caratteristica dei viali e dei parchi della Rimembranza è quella di ospitare tanti alberi quanti erano i caduti da commemorare. Durante la Seconda Guerra Mondiale anche i soldati, in estate, amavano stare al fresco dei grandi arbusti lungo il viale della Rimembranza.

Su ogni albero era apposta una targa con il nome del militare morto in guerra.

Gli alunni dell’istituto comprensivo Niccolini hanno reso omaggio ai Caduti della Prima Guerra Mondiale in occasione delle celebrazioni per l’anniversario (1915-1918) con le associazioni d’arma e le autorità locali, apponendo una targa con una coccarda tricolore ai tigli del Viale della Rimembranza, con il nome di ogni caduto ponsacchino su ciascun tiglio.

"Dopo l’abbattimento, seguirà subito la piantumazione dei nuovi 23 arbusti, alti circa 3 metri, sempre della solita specie (tigli) – ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici, Massimiliano Bagnoli- per mantenere l’ambiente sempre più simile alla situazione originaria. Purtroppo questi alberi sono stati abbattuti, perché malati, dopo aver interpellato gli agronomi dell’Università di Bologna. Sono stati eseguiti esami approfonditi e scientifici, una sorta di tomografia delle piante, dove è risultata la malattia. Durante le periodiche potature gli esperti avevano già individuato un inizio del problema, che poi si è esteso all’anima della pianta, lasciando il tronco vuoto, mangiato dai batteri. Questi sono alberi che risalgono ai primi anni Venti, quando in seguito ad una circolare governativa in tutta Italia vennero realizzati viali o parchi in ricordo dei Caduti della Prima Guerra Mondiale. Questo accadde anche nella città del mobile, con il viale della Rimembranza".

"Questa del viale è un’oasi verde da tutelare nel tempo- ha continuato l’assessore ai lavori pubblici - e si crea un microclima importante per l’ossigenazione della zona, e soprattutto in estate c’è fresco. Saranno piantati alberi anche in altre zone del comune. In questo periodo autunnale c’è un piano particolare per lo spazzamento delle foglie, che cadono da tutti gli alberi, non solo quelle di questo viale. Puliamo le caditoie e i marciapiedi. In caso di tempeste forti e improvvise con vento, come è accaduto lo scorso 2 novembre, può presentarsi il problemi degli scarichi intasati. Abbiamo il personale, che interviene in caso di necessità, come i vigili del fuoco".

"E’ stato presentato dal Consorzio di Bonifica un progetto per la realizzazione di una cassa di espansione per il Rio San Giorgio, vicino allo svincolo, sotto al Poggino, per la messa in sicurezza del Villaggio XVII Luglio- ha concluso l’assessore Massimiliano Bagnoli- perché in caso di forti piogge si allaga una parte del quartiere. Il problema è dovuto al fatto, che il Rio San Giorgio è tombato, nella parte finale, che si congiunge alla Fossa Nuova. Lo scorrimento dell’acqua in caso di forti piogge arriva direttamente dal Poggino nella strada, per ricongiungersi alla Fossa Nuova, allagando l’area. I lavori dovrebbero iniziare a breve e finire entro il 2024".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Necessario il trattamento per studenti e personale scolastico del plesso di via delle Querce. L'alunno risultato positivo sta bene
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

GIALLO Mazzola