QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°10° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 13 novembre 2019

Attualità giovedì 04 maggio 2017 ore 14:30

Corte dei conti, accolto il ricorso del Comune

Simone Millozzi

L'esito dell'udienza ha annullato la delibera nella quale si dichiarava una violazione del patto di stabilità del 2013 per circa 690mila euro



PONTEDERA — Soddisfazione. È la prima parola espressa dal sindaco Simone Millozzi all'indomani dell'esito dell'udienza sul ricorso del Comune di Pontedera alla contestazione mossa dalla Corte dei Conti della Toscana all'amministrazione, rea - a detta dell'ente di controllo - di aver rendicontato 690mila euro relativi al 2013 e impiegati in alcune opere rendicontati sul bilancio dell'Unione Valdera ma non su quello del Comune. Il 3 maggio però, la Corte dei Conti a sezioni riunite in speciale composizione ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati del Comune ed è stata quindi annullata la delibera n.60 del 2017 della sezione di controllo della Regione Toscana con la quale veniva dichiarata la presunta elusione del patto di stabilità da parte di Palazzo Stefanelli.

"Rispettiamo il lavoro prezioso della Corte dei Conti - ha commentato con gli occhi pieni di gioia il sindaco Millozzi - e il ricorso non era contro di loro, ma a difesa delle nostre ragioni, per far valere il principio a sostegno delle amministrazioni locali virtuose come la nostra. Virtuosismo che ci ha permesso di realizzare appunto scuole antisismiche, effettuare manutenzioni importanti e nuove fognature. Siamo contenti - ha aggiunto Millozzi - che la vicenda si sia conclusa positivamente, in primis per la città e non tanto per noi".

Nello specifico, le opere pubbliche oggetto di contestazione erano la scuola di Santa Lucia, la manutenzione della Pacinotti e le nuove fognature di Montecastello. In caso di mancata accettazione del ricorso, il sindaco avrebbe rischiato di dover restituire il 30 per cento dell'indennità (percepisce circa 1900 euro al mese) relativa a tutto il 2013 e tutti gli assessori sarebbero stati costretti a restituire da una a dieci mensilità.

Il sindaco si toglie anche qualche sassolino dalle scarpe nei confronti di chi, nei mesi scorsi, ha attaccato l'amministrazione comunale su questa vicenda. "L'esito dell'udienza è una buona e netta risposta a loro - ha chiosato Millozzi -. Ringrazio gli avvocati Beniamino Caravita e Marcello Collevecchio, il personale comunale a partire da Filippo Fatticcioni e tutto il personale dell'Unione Valdera che hanno contribuito ad imbastire e sostenere il ricorso".

La storia non finisce qui. Manca infatti tutto il procedimento sull'anno 2014 che però è analogo a quello appena concluso. "Attendiamo fiduciosi anche questo esito che arriverà nei prossimi mesi", ha annunciato il primo cittadino.

Soddisfazione per il felice epilogo anche da parte dell'assessore al bilancio Marco Papiani che ha concluso: "E' stato bello vedere, insieme alla nostra gioia, anche quella dei dipendenti. Segno che la macchina comunale è ben oliata e affiatata. Dell'esito è giusto valorizzare l'aspetto giudiziario ma anche quello politico: il respingimento del ricorso poteva vanificare la realizzazione di lavori che sono importanti per l'intera comunità, il tutto non a causa di un danno erariale ma di un presunto errore sostanziale".



Tag

Clinton incontra Zingaretti a New York: "Sono così felice di vederti, Thank you!"

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità