QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°32° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 19 agosto 2019

Attualità sabato 28 novembre 2015 ore 16:30

Forza Italia e Aned uniti per la dialisi

Sopralluogo dell'opposizione all'ospedale Lotti. Il capogruppo Mugnai: "Finanziamenti apparsi e poi scomparsi dalle carte della giunta regionale"



PONTEDERA — I delegati di Aned (associazione nazionale dializzati e trapiantati) tornano a chiedere risposte. Vogliono tenere alta l'attenzione sulle condizioni dei 60 pazienti costretti alla dialisi in una struttura d'emergenza dell'ospedale Lotti in seguito alla chiusura del vecchio reparto. E oggi chiedono e ottengono anche l'intervento dell'opposizione.

Oltre a risposte concrete, vogliono vedere presto realizzate molte promesse: "Il nostro timore è che questa condizione si protragga per altri cinque anni - ha tuonato nell'atrio dell'ospedale Lotti Giacomo Ranfagni, delegato di Aned per Pontedera. - L'ex direttore generale Rocco D'Amone ci promise che a dicembre si sarebbero mossi i primi passi, ma noi non vediamo ancora nulla. Qua ci vuole l'intervento del presidente Rossi, che qualcuno lo prenda e lo porti a vedere come stanno i pazienti di dialisi a Pontedera".

Troppe parole e pochi fatti, sostiene Ranfagni, che ha lamentato inoltre la scarsa attenzione dell'assessore regionale Stefania Saccardi. A schierarsi con lui i rappresentati di Forza Italia. Questa mattina, riuniti nel cortile del Lotti (non all'interno, perché l'incontro non aveva ricevuto l'approvazione ufficiale) c'erano il vicepresidente della commissione sanità e capogruppo di Forza Italia Stefano Mugnai, il consigliere delegato Aned per la Regione Maria Cristina Venturi e il consigliere comunale Federica Barabotti.

“Per realizzare il nuovo reparto occorrono circa 2 milioni di euro – ha dichiarato Maria Cristina Venturi – ma intanto se ne continuano a spendere 5mila al mese per il container. A Saccardi è un anno che Aned chiede un appuntamento”.

"In settimana tornerò a sollecitare una risposta dell'assessore – ha informato Mugnai. – I finanziamenti sono apparsi e poi scomparsi dalle carte della Asl e della giunta regionale. Vogliamo vederci chiaro”.

I malati dell'Aned, dopo anni di segnalazioni, hanno scelto la via dell'esposto ai carabinieri del Nas. Nel frattempo continuano i lavori nel vecchio reparto. Qualche settimana fa, il consigliere regionale e vicesegretario Pd Toscana Antonio Mazzeo aveva assicurato che i soldi per il nuovo reparto ci sarebbero, con l'assenso dell'assessore Saccardi. Mazzeo aveva anche promesso ad Aned un incontro per il primo dicembre di quest'anno.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Cronaca

Attualità