Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:PONTEDERA10°13°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 01 marzo 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La protesta degli NCC: strappano il contratto e insultano Salvini. «Con questo ti ci pulisci il...»

Attualità mercoledì 20 settembre 2023 ore 19:00

E' capannolese la miglior designer emergente d'Italia

Chiara Balla
Chiara Balla

Chiara Balla, studentessa del Modartech, ha vinto la Milano Moda Graduate 2023, contest dedicato ai migliori talenti delle scuole di moda



PONTEDERA — La miglior designer emergente d’Italia studia al Modartech. Si chiama Chiara Balla, ha 22 anni ed è di Capannoli. Con la sua collezione ispirata alle donne “Burrnesh” dei Balcani, si è aggiudicata la vittoria della Milano Moda Graduate 2023, contest dedicato ai migliori talenti delle scuole di moda organizzato dalla Camera Nazionale della Moda Italiana.

A premiare Chiara una giuria internazionale, composta da numerosi esperti del settore moda, che ha deciso di attribuirle il Cnmi Award 2023, per il miglior fashion designer tra le eccellenze delle accademie di moda italiane. La sfilata conclusiva della Milano Moda Graduate si è svolta il 19 Settembre, a Palazzo Reale, durante la Fashion Week milanese.

Per mezzo di una nota la scuola pontederese spiega l'origine di questa collezione. "Ad ispirare Chiara per la sua collezione - sottolinea Modartech sono state le Burrnesh, donne che vivevano all’interno di società profondamente patriarcali, dove non era accettato vivere senza la presenza di un uomo. In mancanza di una figura maschile erano loro a dover rinnegare la loro identità per “acquisire” quella del sesso opposto. Diventare una Burrnesh significava sottoporsi ad una cerimonia di ‘transizione’, durante la quale avveniva il taglio dei capelli e l'adozione di abiti maschili. Da qui nasce quindi una collezione a metà strada tra tradizione e innovazione, realizzata con tessuti di origine italiana e panno del Casentino, dove vengono messi in risalto piccoli dettagli come stampe e ricami fatti a mano, frutto di ricerca e sperimentazione".

“La storia di questa collezione parla di indipendenza e voglia riscatto – spiega Chiara. – Questi capi rappresentano una forma di libertà, che ancora oggi molte donne non possono avere. Spero che il lavoro fatto possa portarmi, un giorno, a poter disegnare una mia linea di abbigliamento. È il mio sogno nel cassetto”.

“La vittoria di Chiara rappresenta un tassello fondamentale di un percorso che ci porta ogni anno a competere, con i nostri studenti, nei più prestigiosi contest dedicati ai talenti emergenti – sottolinea Alessandro Bertini, Direttore di Istituto Modartech. – Questo risultato premia l’impegno e la passione, ma anche il network che abbiamo costruito, nel corso degli anni, con le aziende dei principali distretti del Made in Italy. La collezione di Chiara parla di inclusività e sostenibilità, valori radicati nel Dna di Istituto Modartech, propri delle nuove generazioni”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Necessario il trattamento per studenti e personale scolastico del plesso di via delle Querce. L'alunno risultato positivo sta bene
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Attualità

GIALLO Mazzola