Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:30 METEO:PONTEDERA13°25°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 07 ottobre 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Civili torturati, trincee, bunker e mitragliatrici come nel 1915: viaggio nella prima linea ucraina dopo Kherson lungo il fiume Dnipro

Attualità sabato 25 aprile 2020 ore 12:22

La Valdera festeggia la Liberazione

La cerimonia a Pontedera

Ogni Comune ha organizzato le celebrazioni alla sola presenza dei rappresentanti istituzionali ma dando visibilità sui social



PONTEDERA — Un 25 aprile diverso nella forma, causa emergenza Covid, ma assolutamente uguale nella sostanza, quello che oggi tutta la Valdera ha celebrato, con la deposizione di corone ai Caduti.

In ogni Comune si sono svolte brevi cerimonie, documentate sui social e seguitissime dagli utenti.

A Pontedera il sindaco Franconi ha parlato di "Una celebrazione del coraggio e del riscatto".

"Quest'anno festeggiamo il 25 aprile dentro un contesto di sacrifici e di isolamento collettivo", ha detto.
"L'ho fatto dentro un silenzio surreale, rendendo omaggio alla memoria immortale della nostra storia, soltanto assieme al presidente dell'ANPI di Pontedera Ma non è stato un silenzio muto. È stato un silenzio gonfio di speranza. Di determinazione e di tenacia. Di consapevolezza del fatto che da qualsiasi oscurità ne usciremo liberi ed assieme".

Siinificativo anche il messaggio di Anpi Valdera:

"La democrazia, l’uguaglianza, la libertà, la solidarietà, la tutela e la dignità del lavoro.

Sono i valori indelebili scritti con un patto di sangue tra uomini liberi intorno a quel monumento che si chiama Resistenza.

Ebbene oggi più che MAI abbiamo bisogno di sentire quei valori come patrimonio collettivo e condiviso di una nazione che seppur, transitoriamente, ha sospeso le relazioni umane.

Oggi è il Coronavirus ma un tempo non molto lontano quel distacco, quella cesura, quelle distanze tra gli uomini furono create dagli stessi uomini prima in Italia con il Fascismo, poi in Germania con il nazismo e successivamente ancora in altri Stati dove per molto tempo è stata sospesa la libertà ed annullata la dignità delle persone.

Pensavamo che anche quei virus fossero stati debellati; immaginavamo che la democrazia e i suoi valori, scritti nella Costituzione, fossero imperituri ed eterni ed invece non è così perché la democrazia così come quei valori, vanno fatti propri, vanno spiegati ma soprattutto vanno difesi ogni giorno da ciascuno di noi.

E questo è necessario farlo perché ancora oggi il fascismo non ha ammainato le sue bandiere sia in Europa che in Italia

In Europa dove sempre più forti sono i venti gelidi e portatori di valori antidemocratici delle piccole patrie, del prima io rispetto agli altri che si abbeverano alla sorgente del sovranismo e che si nutrono di razzismo, odio sociale, lotta contro l’ultimo ed il diverso perchè senza un nemico da combattere sarebbe in discussione la loro stessa esistenza. In Italia dove assistiamo quotidianamente ad episodi di violenza che si manifestano nelle nostre città, con il proliferare di organizzazione dichiaratamente neofasciste che aprono impunemente sedi nei nostri quartieri inquinandone il tessuto democratico in barba alla nostra Costituzione e alle altre leggi in materia, con l'uso di slogan che hanno rappresentato morte e guerra e con la profanazione dei simboli della nostra Repubblica e della nostra memoria collettiva.

Per queste ragioni oggi più che mai, nel rispetto doveroso delle leggi di questo Stato che noi rispetteremo sempre, Siamo qui perché quei rigurgiti oggi sempre più sguaiatamente presenti nel nostro paese siano contrastati e sconfitti, perché lo Stato democratico e repubblicano non si piega".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Esponenti del centrodestra e del centrosinistra hanno espresso la solidarietà alla vittima dell'aggressione e preoccupazioni per il fatto accaduto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Alfio Zocchi

Martedì 04 Ottobre 2022
Onoranze funebri
MISERICORDIA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca