QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 10 dicembre 2019

Lavoro giovedì 08 dicembre 2016 ore 06:30

Le opportunità del servizio civile regionale

Mattia Belli e Liviana Canovai

Un incontro per capire l'offerta formativa e lavorativa dei progetti attivi anche in Valdera. Il servizio dà un compenso di oltre 400 euro mensili



PONTEDERA — Cosa prevede il nuovo bando di Servizio Civile Regionale? Il prossimo Infoday Giovanisì in programma venerdì 9 dicembre alle 17al cineclub Agorà in via Valtriani è l'occasione per approfondire quanto previsto dal nuovo bando di Servizio Civile Regionale rivolto a 2129 giovani.

Promosso nell'ambito di Giovanisì, il bando di Servizio Civile Regionale sarà attivo fino al 16 dicembre. All'iniziativa parteciperà anche Arci Servizio Civile Pontedera che presenterà alcuni dei progetti di Servizio Civile Regionale attivi sul territorio della Valdera. 

L'iniziativa, a cura della Referente territoriale Giovanisì della Provincia di Pisa, con la collaborazione del Comune di Pontedera, di Arci Servizio Civile Pontedera e del Centro per l'impiego area di Pisa e Siena.

“Opportunità ed emancipazione continuano ad essere i nostri obiettivi quando parliamo di politiche giovanili - hanno detto Mattia Belli consigliere comunale delegato alle Politiche Giovanili e Liviana Canovai assessore all'Istruzione - Molti sono stati gli incontri svolti, in 2 anni, in collaborazione con il Progetto regionale GiovaniSì per diffondere le opportunità, i bandi ed i finanziamenti che sono stati e vengo messi a disposizione dei nostri giovani toscani. Anche in questo caso la regione ha scelto di sostenere la possibilità per molti ragazzi e ragazze di svolgere una prima esperienza lavorativa e di collaborazione a contato con le realtà del nostro territorio.

Un sincero ringraziamento va anche a tutte le associazioni, i soggetti e gli enti che hanno messo a disposizione la propria professionalità per trasmetterla ai nostri giovani. Non risolveremo tutti i problemi in questo settore ma una mano, forse, riusciremo a darla.

Come amministrazione proseguiremo, ancora più convintamente e con maggior determinazione, nel nostro percorso di informazione ed approfondimento delle opportunità lavorative, formative e dei servizi rivolti alle giovani generazioni sul territorio.”



Tag

Renzo Bossi: «I 49 milioni erano sul conto quando papà se ne andò»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità