QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 7° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 21 febbraio 2020

Lavoro giovedì 23 gennaio 2020 ore 18:35

Piaggio, incontro tra Franconi ed ex lavoratori

Il primo cittadino ha ricevuto i lavoratori a termine lasciati a casa dall'azienda dopo anni di collaborazione. Sono sostenuti dal sindacato Usb



PONTEDERA — Mentre i sindacati confederati hanno reso noto di aver portato a termine la trattativa per il contratto aziendale con Piaggio, il sindaco Matteo Franconi ha incontrato una delegazione dei circa quaranta lavoratori con contratti a termine, in maggioranza donne, lasciati a casa da Piaggio dopo anni di collaborazione.

Franconi ha espresso solidarietà e vicinanza: "Questa mattina ho incontrato una delegazione delle lavoratrici e dei lavoratori che mi hanno rappresentato una situazione di mortificazione e disagio legata alla propria storia di collaborazione (interrotta) con il Gruppo Piaggio".

"Mi è stato riferito che molte delle circa quaranta persone interessate, soprattutto donne, hanno contribuito all'attività produttiva in fabbrica in maniera continuativa per oltre 10 anni con successive e rinnovate chiamate con contratto a tempo determinato per i picchi stagionali. Rivendicano il fatto di aver maturato i requisiti per una assunzione stabile (almeno in regime di part time verticale): una speranza ed una aspettativa che non solo non si è concretizzata ma che si è accompagnata ad una mancata (ri)chiamata anche a termine".

Franconi ha aggiunto: "Come ho detto in più di una occasione pubblica il ruolo del sindaco non può né deve essere confuso con quello del sindacalista né con quello dell'imprenditore nel rispetto, in primo luogo, proprio delle prerogative delle organizzazioni sindacali e datoriali all'interno del quadro stabilito delle relazioni industriali. Quando si affrontano tematiche così complesse e delicate come quelle sul lavoro, sull'occupazione, sui diritti e sullo sviluppo del tessuto economico ed industriale serve che ciascuno eserciti fino in fondo il proprio ruolo con equilibrio ed attenzione: ai lavoratori ed alle loro famiglie così come alle imprese serve una interlocuzione seria ed affidabile da parte delle istituzioni e non generiche dichiarazioni che abbiano come unico scopo l’acquisizione del consenso elettorale".

Franconi ha sottolineato che "non vi è alcun dubbio che il sottoscritto in veste di sindaco di questa città abbia chiesto e continuerà chiedere con determinazione alla governance di Piaggio impegni e garanzie in merito al ruolo ed alle prospettive della fabbrica di Pontedera all'interno delle strategie complessive del Gruppo: i pur legittimi piani di internazionalizzazione nel circuito della globalizzazione economica di una multinazionale non possono prescindere dal rispetto e dall'attenzione verso questo nostro territorio e questa comunità che molto ha dato e molto sta dando all'azienda".

"Per ogni realtà industriale e produttiva del territorio vale il mio convincimento politico: la responsabilità sociale dell’impresa deve poter partecipare alla costruzione di un orizzonte di stabilizzazione per tutti quei lavoratori che contribuiscono al suo sviluppo con le proprie competenze e le proprie professionalità. Il Comune di Pontedera da sempre si è approcciato con disponibilità ed attenzione ai temi del lavoro ed alle condizioni dei lavoratori e che, pur non avendo competenze istituzionali dirette sul tema, lo ribadisco, intende assumersi la responsabilità di aprire spazi pubblici generali di discussione sui temi, sulle problematiche e sulle linee di sviluppo del lavoro con le parti sociali, le associazioni di categoria e le organizzazioni sindacali".

"La mia convinzione è che il futuro del nostro sistema locale dipenda dalla capacità di difendere e valorizzare la forte impronta manifatturiera: per questo abbiamo messo in campo importanti investimenti pubblici ed agevolato prospettive di sviluppo collegate all’industria della conoscenza attraverso i laboratori di ricerca, d’innovazione, di trasferimento tecnologico per creare sinergie in tema di automazione e robotica dedicata all’efficienza e sicurezza nell’industria dei motoveicoli. Credo infatti che un comune che ha tra i propri tratti identitari il lavoro, la meccanica e la manifattura debba avere la forza ed il coraggio di costruire un contesto di infrastrutture materiali ed immateriali".

"Ritengo peraltro che le modalità dei rapporti tra lavoratori ed impresa, soprattutto di grandi dimensioni, non possa esser rimessa al buon cuore dei dirigenti d'azienda ma che debbano esser disciplinati, oltre che dalla contrattazione collettiva di primo e secondo livello, anche e soprattutto da leggi capaci di trovare meccanismi concreti ed efficaci per risolvere questioni critiche come quelle che oggi mi sono state rappresentate".

"Considero ad esempio il Decreto Dignità, che pure è nato in modo meritorio per contrastare i fenomeni diffusi della precarietà, debba esser rivisto, aggiustato e potenziato per raggiungere davvero quel fine che si proponeva.
Il caso di specie e le rivendicazioni delle donne e degli uomini incontrati questa mattina ci raccontano di una legge che, diversamente dalle proprie finalità, finisce per essere invece uno strumento che "spinge" le aziende ad un turn-over di contratti e persone diverse che rischia di esser infinito e che genera una lotta degli ultimi contro i penultimi lasciando la stabilizzazione come un miraggio sullo sfondo. Il mio appello, trasversale e rivolto a tutte le istituzioni e gli attori delle relazioni industriali, è che ciascuno operi con determinazione affinché nell'agenda del Governo e del Parlamento nazionale sia una priorità indifferibile una riforma del sistema normativo relativo alla filiera del lavoro perché è attraverso il lavoro che passa la dignità la vita concreta delle persone e delle famiglie" ha concluso Franconi.

Ex dipendenti a termine Piaggio Pontedera, protesta di fronte al Museo


Tag

Demolizione Vele Scampia, le spettacolari immagini dall'alto

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Attualità

Lavoro

Attualità