Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:52 METEO:PONTEDERA11°19°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 18 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Battiato, l'ultimo inedito: «Torneremo ancora»

Attualità venerdì 19 febbraio 2021 ore 10:19

Tari non pagata, arriva la riscossione coattiva

Il Comune ha incaricato una società di procedere alla riscossione coattiva di cifre dovute e non pagate negli anni scorsi



PONTEDERA — Con una determina datata 16 Febbraio, il Comune di Pontedera ha messo nero su bianco la trasmissione alla società Abaco spa della "lista di carico" per l'avvio del procedimento di riscossione coattiva per la Tassa Rifiuti non pagata riferita alle annualità 2013, 2014, 2015, 2016, 2017 e 2018, nonché delle relative sanzioni e degli interessi.

Secondo quanto si legge nel documento, pubblicato sull'albo pretorio on line, risultano "2002 avvisi ai fini Tari riferiti alle annualità 2013, 2014, 2015, 2016, 2017 e 2018, per un importo complessivo, comprensivo delle relative sanzioni e degli interessi, pari ad  2.071.145 euro, regolarmente notificati e non pagati, per i quali è necessario avviare le procedure di riscossione coattiva".

La società Abaco risulta aggiudicataria della gara avente ad oggetto "Affidamento in concessione dei servizi di gestione ordinaria, accertamento e riscssione ordinarioa e coattiva di Tari, Tarig e Cosap."

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il provvedimento è legato al contatto con un caso positivo. Si tratta di tre classi della scuola secondaria di Terricciola
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Alvarina Migliarini Ved. Gracci

Lunedì 17 Maggio 2021
Onoranze funebri
PUBBLICA ASSISTENZA Pontedera
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

CORONAVIRUS