QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 17 novembre 2019

Attualità sabato 26 gennaio 2019 ore 09:10

"Tramandare la memoria alle nuove generazioni"

In occasione della Giornata della Memoria, che ricorre ogni 27 gennaio, l'Anpi di Pontedera ha svolto un volantinaggio divulgativo fuori le scuole



PONTEDERA — "La Giornata della Memoria - scrive Alberto Tardini, presidente della sezione Anpi di Pontedera - è una giornata commemorativa, designata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2005 per tutto il mondo e osservata dall'Italia già dagli anni 2000, in cui si ricordano le vittime della Shoah.

Il 27 gennaio 1945, alla fine della Seconda Guerra Mondiale, i cancelli di Auschwitz furono abbattuti dalla Armata Rossa Sovietica.

Non solo un momento di liberazione per i prigionieri del campo di concentramento ma soprattutto il momento in cui l'Occidente prese coscienza degli orrori del nazismo.

Ma purtroppo, in tempi di revisionismo e di un preoccupante riecheggiare di spinte nazionaliste e fasciste anche in Italia, dove ANCHE IERI si deportano migranti dai centri di accoglienza similmente a come accadeva allora con gli ebrei, OGGI la Giornata della Memoria risulta essere più importante che mai.

Non solo per il ricordo di ciò che è stato, ma per ciò che non deve più accadere. Senza il bisogno di evocare i numeri, davanti ai quali è sempre più difficile, giorno dopo giorno, riflettere, basta solo ricordare che 10 giorni prima del 27 gennaio, i nazisti ordinarono una marcia della morte che, nell'impellenza di evacuare il campo di Auschwitz, portò alla morte lungo il percorso di 15mila prigionieri.

Questo è solo uno degli episodi che non devono essere dimenticati non per dare colpe dei crimini di ieri e le cui responsabilità sono state già accertate e che nessuno potrà cancellare, ma per non trovarsi oggi a doverle riviverle.

Ecco perché l’Anpi di Pondedera con numerosi suoi militanti stamattina si è recata davanti alle Scuole Superiori di Pontedera, per un volantinaggio divulgativo sulla giornata, perché la conoscenza, l’informazione, costituiscono la base della coscienza civile e democratica delle nuove generazioni, unica arma per impedire che certi orrori non si possano ripetere mai più".




Tag

Acqua alta a Venezia, sui social si sdrammatizza così

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport