Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:50 METEO:PONTEDERA20°33°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Attualità giovedì 03 marzo 2022 ore 19:30

ValdEuropa per la pace in Ucraina

"Apri gli occhi mondo, dai una mano! Ferma la guerra nel cuore dell'Europa"

Tante persone alla manifestazione per chiedere la fine del conflitto. Presente la comunità ucraina, tante associazioni e i sindaci del territorio



PONTEDERA — Dire quante persone erano presenti tra piazza Cavour e piazza Curtatone è difficile. Tantissime persone con la famiglia, da sole, oppure in gruppo, portando uno striscione, una bandiera. Quella della pace, oppure quella dell'Ucraina, ma anche della Georgia, di Shalom, di Anpi. Sicuramente, ciò che rimane della manifestazione per chiedere la fine del conflitto è la piazza d'Europa, che raccoglie diversità per farne unità.

Ai piedi di palazzo Stefanelli, si creano i primi gruppi. Ci sono le tante associazioni che hanno organizzato la manifestazione: i sindacati, Acli, Legambiente, Arci, Libera, Bhalobasa, Uisp, Tavola della pace e della cooperazione, Anpi, Pubblica assistenza, Auser, Asc, Arnera. Ma anche i cittadini che hanno deciso di partecipare e, soprattutto, la comunità ucraina.

Al fianco di alcuni cittadini della Georgia, altro Paese colpito dalla guerra nel 2008, i cittadini e le cittadine originari dell'Ucraina sventolano la bandiera giallo e blu divenuta simbolo di resistenza.

Rappresentanti della comunità ucraina e della comunità georgiana


Alla testa c'è Larissa Kovalenko, presidente della neonata associazione della comunità ucraina di Pontedera. "Fino a oggi non avevamo sentito il bisogno di organizzarci, ma adesso dobbiamo farlo - hanno spiegato - in Ucraina in tanti stanno soffrendo, i nostri parenti sono là, non possiamo portare qua i più anziani. Non potremo mai dimenticare quello che sta accadendo".

La presidente dell'associazione della comunità ucraina, Larissa Kovalenko


Da piazza Cavour, quando tutto è pronto, parte la manifestazione, che si ferma poco dopo, in piazza Curtatone, di fronte al Palazzo pretorio illuminato con i colori della pace.

La manifestazione da piazza Cavour a piazza Curtatone

Palazzo pretorio illuminato coi colori della pace


Prendono parola gli organizzatori, ma anche la stessa Larissa, accompagnata dai propri connazionali che intonano il motto ucraino, "Slava Ukraini", ovvero "Gloria all'Ucraina". "Dobbiamo ringraziare tutto il popolo italiano - ha detto Larissa - ci state aiutando molto, ma purtroppo la situazione è grave".

I rappresentanti della comunità ucraina

Uno striscione contro la guerra

Il gruppo di Shalom


Attorno a lei ci sono anche i sindaci della Valdera: dal padrone di casa, Matteo Franconi, ad Arianna Cecchini, Marco Gherardini, Mirko Bini, Mirko Terreni, Cristiano Alderigi. E ancora, l'assessora regionale Alessandra Nardini e il consigliere Andrea Pieroni. In una piazza che, anche se in Valdera, sa d'Europa.

In piazza Cavour per il ritrovo

Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Nuovi decessi si sono registrati nelle ultime 24 ore tra area del capoluogo, Cuoio, Valdera e zona di Volterra. Tutti gli ultimi aggiornamenti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità