QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12° 
Domani 12° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 17 novembre 2019

Attualità lunedì 05 agosto 2019 ore 15:00

Via libera alla Rotonda "sanitaria"

Regione, Asl e Comune hanno firmato un protocollo che autorizza la nuova vita dell'ex grande albergo. Progetto da oltre 3 milioni di euro



PONTEDERA — E' fatta. La Rotonda, il più grande albergo di Pontedera - 62 camere, saloni, ristorante e servizi in piazza della Stazione - chiuso da 5 anni e con i giocatori del Pontedera (in ritiro) come ultimi clienti tre anni fa, diventerà una struttura sanitaria. Lo hanno deciso ora ufficialmente la Regione, l'Asl e il Comune di Pontedera dopo trattative durate più o meno un anno e ora concluse con un protocollo di intesa.

"La struttura, i locali ambulatoriali-sanitari e i macchinari saranno di proprietà e attività privata - spiega il vicesindaco Alessandro Puccinelli che ha firmato il via libera del Comune all'operazione già lanciata dall'amministrazione Millozzi - ma potranno esserci collegamenti, almeno in certe situazioni, col settore pubblico regionale e locale. Inoltre si trasferirà alla Rotonda la farmacia comunale numero 1", che da tempo agisce in un locale molto piccolo di piazza della stazione.

Puccinelli ricorda anche l'allarme che tre anni fa si creò soprattutto fra i residenti italiani della zona stazione alla "pseudo notizia che alla Rotonda sarebbero arrivati addirittura un centinaio di extracomunitari". Cosa non avvenuta.

Mentre il presupposto che ha portato la Regione Toscana ad approvare la trasformazione della Rotonda in una struttura sanitaria è quello della necessità di centri sanitari di prossimità. Insomma, la sanità vicina a casa. Infatti il protocollo ritiene positiva "l'attuazione di tutte le necessarie azioni organizzative volte ad implementare e rafforzare i servizi territoriali sociosanitari nel Comune di Pontedera, con particolare riferimento allo sviluppo delle cure intermedie".

E ancora: "La Regione, nei limiti delle proprie competenze, si impegna a favorire momenti di confronto, raccordo e coordinamento fra le parti". Mentre l’Azienda USL Toscana Nord Ovest "si impegna a definire congiuntamente al Comune di Pontedera le progettualità necessarie a soddisfare le finalità di cui al presente protocollo".

L'intera operazione costerà, a quanto fu detto, intorno a 3 milioni e mezzo di euro e sarà finanziariamente sostenuta da Luca Bertelli, l’erede della famiglia storica di Pontedera, proprietaria dell'Hotel La Rotonda.



Tag

Acqua alta a Venezia, sui social si sdrammatizza così

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Sport