QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 22°36° 
Domani 23°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 23 luglio 2019

Attualità lunedì 19 gennaio 2015 ore 19:45

Servizio mensa a Parlascio, il sindaco ribatte

Dice Terreni: “Fino a metà dicembre nessuno poteva sapere che la cuoca sarebbe stata individuata idonea per la mobilità". La questione del servizio



CASCIANA TERME LARI — Servizio mensa a Parlascio. Il sindaco Mirko Terreni non ci sta. E ribatte punto per punto alle critiche e alle polemiche sollevate da più parti sulla questione.

“Innanzitutto vogliamo far presente che fino a metà dicembre nessuno poteva sapere che la cuoca sarebbe stata individuata idonea per la mobilità; in più fino a fine giugno la gestione del servizio rimarrà quella attuale. Inoltre siamo convinti che i livelli qualitativi del servizio mensa miglioreranno perché abbiamo agito consapevoli che un’amministrazione lungimirante debba avere come obiettivo prioritario la qualità del servizio, senza dare importanza alle varie questioni di campanile” dice il sindaco.

“Appurato come si è svolta la vicenda della cuoca, stante anche il fatto che è stata lei stessa a richiedere, per suoi motivi personali, la possibilità di cambiare mansione – aggiunge Terreni – l’amministrazione avrebbe dovuto agire per cercare di mantenere due servizi diversi in uno stesso Comune, oppure darsi come priorità la ricerca di maggiore efficienza?”

Non è più pensabile – per Terreni – ai tempi di oggi avere mense interne, con quello che comportano gli adeguamenti strutturali che la normativa attuale richiede”.

E ancora: “Ridicolo poi il riferimento agli amministratori di Casciana: non stiamo giocando una partita di calcio. Gli amministratori governano senza farne questioni di campanile dal momento che adesso siamo tutti abitanti dello stesso Comune ed è interesse di tutti noi perseguire quotidianamente il bene di tutti i cittadini a prescindere dal luogo dove abitano. Si può non condividere una scelta, ma l'abbiamo presa con la convinzione che questo migliorerà la qualità dei servizi offerti per i nostri bambini, per i quali siamo fortemente convinti che più che di una polemica sulla mensa, necessitino di una scuola moderna, con laboratori e spazi adeguati tali da consentire una maggiore e migliore offerta formativa. Così si costruisce il futuro dei nostri ragazzi. La nostra priorità è questa, non chi cucina un piatto di pasta purché sia di qualità”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca