QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 12°14° 
Domani 10°13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 07 dicembre 2019

Attualità sabato 13 giugno 2015 ore 08:30

Stella in tour con la Compagnia del Bosco

Teatro terapia in tre spettacoli con i ragazzi dei centri di igiene mentale. Eva Malacarne: "Esibirsi è un'occasione di dignità e crescita"



CASCIANA TERME LARI — La Compagnia del Bosco con sede a Perignano, con il patrocinio della Fondazione Stella Maris, dell’Istituto della riabilitazione di Montalto di Fauglia e della Casa Verde di San Miniato, ha messo a punto un progetto di teatro terapia per i ragazzi ospiti dei centri di salute mentale.

Il progetto vuole dare la possibilità ai ragazzi di esprimersi e di divertirsi recitando davanti ad un pubblico vero.

Gli spettacoli saranno replicati in un tour, tra teatri, scuole e luoghi adeguati.

L'idea del tour è nata dopo il successo riportato con il primo spettacolo “i 4VENTI al ristorante Scirocco” andato in scena il 20 Dicembre 2013, al Teatro Rossini di Casciana Alta.

Eva Malacarne, della Compagnia del Bosco autrice del progetto in collaborazione con il musicista Andrea Lupi, spiega: “Dare la possibilità ad alcuni ospiti dei centri di salute mentale di esibirsi ed esprimersi con dignità e gioia in luoghi diversi, è un momento di crescita, di vita vera e al tempo stesso esaltante perché fuori da ogni routine quotidiana.L’arte è il tramite, il mezzo di comunicazione più immediato per avvicinare mondi diversi e la leggerezza, il sorriso, la musica, fanno sì che l’incontro tra la ‘diversità’ e la ‘normalità’… per usare termini comunemente in uso, un momento vivo, vero e profondamente umano”.

Alla Stella Maris sono già andati in onda “La Gioconda va a ruba” , e "Biancaneve, i sette nani ed il princi…pinoautrice e regista Eva Malacarne con la selezione di musiche di Andrea Lupi.

Due parodie divertentissime, fantasiose, cucite con maestria addosso agli attori che hanno recitato con impegno e grande bravura davanti ad un pubblico numeroso.

Turisti, guardie, ladri, uno più strampalato dell’altro, hanno recitato immersi nel proprio personaggio una novella immaginaria che girava intorno ad un ipotetico fallito furto della “Gioconda”, e un principe non proprio innamorato, nani non accoglienti, Biancaneve maleducata e la strega più cattiva che mai hanno riproposto “alla rovescia” la notissima favola.

La Compagnia del Bosco è un’Associazione i cui artisti si prefiggono lo scopo di valorizzare e promuovere le attività artistiche di varia natura, come musica, teatro, danza, arti visive, ecc… con un interesse preminente, quello di utilizzare l’arte ai fini del miglioramento della vita sociale e della salute… arte come terapia, arte come mezzo di comunicazione per la crescita civile.

L’associazione opera gratuitamente e i sostenitori dell’attività sono le scuole, gli enti privati e pubblici, le associazioni, privati cittadini e imprese.

L’associazione no profit Alterego di Firenze che opera nel campo della disabilità ha riconosciuto di notevole interesse l’attività che La Compagnia del Bosco svolge a beneficio dei ragazzi portatori di handicaps e li ha invitati a replicare “La Gioconda va a ruba” nel teatro di Montelupo Fiorentino, all’inizio della prossima stagione.

Lo scopo vero che si prefigge Stella in tour, oltre quello di far esibire questi ragazzi e renderli più capaci e più sicuri di sé di fronte ad un pubblico anche di sconosciuti, è quello di portare un po’ di divertimento e di letizia ai ricoverati più gravi nelle case famiglie dove loro stessi risiedono.

"Purtroppo, dice Eva, soltanto una parte di loro riesce a collaborare in questi progetti, gli altri, quelli più gravi, sono obbligati a rimanere ricoverati. Per rendere un po’ meno triste la loro “prigionia” portiamo i loro compagni ad esibirsi davanti a loro".

Il 30 giugno prossimo è proprio dentro l’Istituto di Montalto di Fauglia che ospita circa 60 ricoverati, che faremo esibire alcuni di loro, i meno gravi, in un impegnatissimo concerto musicale.

“Tutto ciò che per noi è semplice, dice Eva, per loro è fatica, è una continua scommessa con sé stessi, ed è proprio abituarli ad impegnarsi sempre di più che può aiutarli a scavalcare le mura delle difficoltà”.

Eva e Andrea sono persone dolcissime, un’artista ed un musicista di alto livello, che anche senza grandi aiuti economici non abbandonano la loro volontà di aiutare chi è in difficoltà e che donano parecchio del loro tempo per la sola ricompensa di sapere che ciò che fanno è utile ai meno fortunati.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata



Tag

Governo, Conte: «Per Renzi è a rischio? Lui pessimista cosmico»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità