QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 18°24° 
Domani 16°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 22 ottobre 2019

Politica mercoledì 01 aprile 2015 ore 14:50

​Tasse e servizi, il piano di Parrella

Il principale obiettivo del sindaco e di contenere, e dove possibile anche ridurre, la pressione fiscale sui cittadini. Tutte le novità sulla Tari



SANTA MARIA A MONTE — “Questa amministrazione ha tra i propri obbiettivi quello di contenere le tasse e dove possibile ridurle”. Questo l’intento della giunta Parrella, chiaramente espresso durante l’ultimo consiglio comunale del 30 marzo scorso, con il quale l’amministrazione ha compiuto uno dei primi passi verso la redazione del bilancio 2015, la cui scadenza è stata fissata al 31 maggio.

“Nel 2014 abbiamo applicato la Tasi al minimo, al 2 per mille con ampie riduzioni – ha detto il sindaco Ilaria Parrella – e abbiamo ridotto la Tari (spazzatura oltre del 25% e a tutte le categorie)”.

Ecco, per il 2015, gli obiettivi della maggioranza. Non aumentare la Tari, mantenendo le agevolazioni a famiglie, pensionati, portatori di handicap, disoccupati e introducendone anche di nuove.

In particolare, come già era comparso nei giorni scorsi sulla stampa, l’amministrazione Parrella ha introdotto un’agevolazione che prevede sconti sulla Tari per quelle aziende del territorio che assumano persone residenti nel comune.

“L’idea – ha spiegato Parrella – si basa sul fatto che in un momento dove per il comune è difficile mettere in campo nuove risorse per dare agevolazioni si debba provare a legare le contribuzioni per finalizzare all’aumento dell’occupazione”. Un’attività già esistente che assume personale o una nuova che sceglie di aprire nel comune di Santa Maria a Monte, faranno aumentare il gettito Irpef nelle casse comunali. Entrate che il Comune scalerà (di pari importo fino a 500 euro annui) all’impresa, come sconto sulla Tari.

Per aziende e professionisti che effettuano assunzioni a tempo indeterminato o determinato di almeno un anno a partire dal primo gennaio 2015, il tributo della Tari verrà ridotto di un importo pari all’addizionale comunale a carico del dipendente assunto che l’azienda, come sostituto d’imposta, dovrà versare a favore del Comune (fino a un massimo di 500). L’agevolazione ha validità di tre anni per le assunzioni a tempo indeterminato, mentre per le assunzioni a tempo determinato sarà pari alla durata del contratto e comunque non superiore a tre anni. Naturalmente l’agevolazione non si applica per fusioni d’azienda, cessioni, subingressi di attività.

Altra novità in campo Tari, riguarda l’ordinanza del sindaco Parrella che vieta nuove aperture di sale slot e l’installazione di slot-machine nei locali, mentre introduce agevolazioni per chi rimuove le macchinette.

L’ordinanza prevede infatti una riduzione pari al 100 per cento della Tari (fino a un massimo di 500 euro) per chi dimostra di aver rimosso una slot. Agevolazione prevista per il 2015, ma detratta dal 2016.

La Tari aumenterà, invece per quelle sale giochi che decideranno di continuare a tenere le macchinette.



Tag

Lucio Presta: «Io allenatore di Renzi? Ho curato solo le scene» - Il videoracconto della Leopolda 10

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Sport

Attualità

Cronaca