Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:27 METEO:PONTEDERA17°30°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 04 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Federica Pellegrini e il suo compleanno: «Festeggerò con tanto sushi»

Attualità domenica 07 aprile 2019 ore 06:30

Alberi da frutto nel giardino della scuola

I bambini della primaria di Fornacette hanno cambiato volto all'area verde della scuola adottando le nuove piantumazioni, su progetto Agritech



CALCINAIA — Una stupenda giornata di sole, quella di ieri, resa unica da insegnanti e bambini delle classi prime della scuola elementare di Fornacette che hanno vissuto da protagonisti la “Festa degli Alberi” che è stata celebrata proprio nello spazio retrostante l’edificio intitolato a Sandro Pertini.

Presenti i dirigenti Floriana Battaglia dell’Istituto Comprensivo M. L. King e Luigi Vittipaldi dirigente scolastico dell’ITCG Fermi di Pontedera (ex Preside dell’istituto M. L. King) e promotore del progetto Agritech, nonché gli assessori comunali Maria Ceccarelli, Giuseppe Mannucci e Cristiano Alderigi, responsabili rispettivamente per l'istruzione, le politiche sociali e l'ambiente.

E’ stato il dirigente Vittipaldi a introdurre il progetto Agritech, che è stato inserito dal Miur tra i 12 progetti più innovativi d’Italia ed è stato avviato in alcuni istituti della Valdera, tra cui la primaria di Fornacette e dalla prossima settimana alla Media di Calcinaia: “Vogliamo che siano i ragazzi ad avere cura degli alberi da frutto che piantumeremo durante questa cerimonia, un modo per insegnare loro il rispetto della natura e che dal lavoro di squadra si possono raccogliere letteralmente dei frutti”.

“Abbiamo scelto gli alunni delle classi prime - ha specificato Ceccarelli - perché sono quelli che rimarranno per cinque anni in questo edificio e quindi ci pareva doveroso che fossero loro ad adottare le piante che adesso sono piccole e fragili, ma che in questo tempo avranno modo di crescere, proprio come tutti questi bambini e fare frutti che magari potranno essere utilizzati direttamente nel laboratorio di cucina di questa scuola e foglie che potranno essere analizzate assieme alle insegnanti nel laboratorio di scienze”.

“Qualcosa nel Mondo si sta risvegliando - queste, invece, le parole di Alderigi -. Una coscienza ecologica che trasversalmente sta contagiando, per fortuna, tutto il nostro pianeta. Un movimento a cui ha contribuito un adolescente come Greta Thumberg a dimostrazione che sono proprio le future generazioni quelle che hanno più a cuore queste tematiche. Noi, invece, abbiamo un obbligo, quello di riconsegnare ai più piccoli un paese che ama e rispetta l’ambiente che lo preserva e lo valorizza".

Poi spazio ai bambini che prima della piantumazione hanno voluto dedicare un pensiero agli alberi, una magnifica poesia e anche una stupenda canzone, “Ci vuole un fiore” tratta dalle parole di Gianni Rodari e musicata da Sergio Endrigo. Un momento davvero emozionante che è stato ripreso da tutti i genitori e che ha perfino commosso qualcuno.

Sono stati i nonni dell’Auser e alcuni lavoratori della Cooperativa Arnera a piantumare gli alberi da frutto nelle buche che avevano precedentemente preparato. Sono stati così messi a dimora peri, albicocchi, un nespolo, un melograno, un susino ed anche quattro piante di vite. Inoltre sono state preparate le vasche per la piantumazione di piante aromatiche come il basilico, la santolina, il timo, il rosmarino e altre ancora. Nel giardino retrostante l’edificio è stata posizionata anche una botte che servirà a fornire l’acqua necessaria per l’innaffiamento.

I bambini, accompagnati dalle insegnanti, hanno regalato a tutte le autorità presenti un piccolo pensiero che avevano preparato, un segnalibro in cui è scritto che “L’albero è vita!”. A gruppi hanno messo un cartellino attorno alle piante di cui si prenderanno cura e spronati dal Dirigente, Luigi Vittipaldi, hanno giurato di fronte a tutti i genitori di prendersi cura e di adottare ogni singola pianta dell’area a verde.

La cerimonia è terminata con le foto di rito in compagnia di tutti i genitori.


La Festa degli Alberi proseguirà anche la prossima settimana: le classi prime (sezioni A, B, C, D) della scuola di Fornacette trapianteranno tutte le piantine orticole e i fiori nelle vasche appositamente predisposte dall’amministrazione comunale, mentre dall’8 al 13 aprile alla scuola media di Via Garemi sarà consegnata una serra (6m x 3m) che resterà in uso ai plessi di Calcinaia, ai quali è stato già consegnato altro materiale per le attività di coltivazione in serra. Successivamente, grazie al progetto Agritech, si potrà sperimentare se la coltivazione su prato sia più o meno proficua di quella in serra.

La Festa degli Alberi è stata anche una buona occasione per condividere tra le famiglie concetti quali l’educazione ai corretti stili di vita e la sostenibilità ambientale.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Crescono i contagiati dal coronavirus dopo i primi casi di qualche giorno fa. Il soggiorno, per ragazzi delle medie, e si è svolto in Garfagnana
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze

Qui Condoglianze - Elenco necrologi

Roberta Bianucci Ved. Maestrini

Domenica 01 Agosto 2021
Onoranze funebri
Mancini & De Santi Capannoli, Fornacette
Onoranze Funebri


Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Cronaca