Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:51 METEO:PONTEDERA14°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
domenica 18 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Cultura mercoledì 10 aprile 2019 ore 13:15

Come si vive in una città come Pontedera

Biblioteca Gronchi, presentazione di un libro che parla di cittadine industriali come la nostra, come Ivrea (Olivetti) e Sochaux (Peugeot)



PONTEDERA — Sabato 13 aprile alla biblioteca Gronchi, dalle 16,30, è in programma la presentazione del libro scritto da Michela Lazzeroni dal titolo La resilienza delle piccole città

Promosso dal Centro studi Gronchi e dalla Biblioteca comunale, l'evento si articolerà in una riflessione sul caso studio legato alla vicenda della Piaggio e di Pontedera e su esperienze simili come quelle della Olivetti ed Ivrea e della Peugeot e Sochaux-Montbéliard in Francia.

Il volume di Michela Lazzeroni analizza infatti alcune piccole città a vocazione industriale, fortemente condizionate nella loro territorialità dalla presenza della grande industria e dal fatto che la grande industria ha contribuito certo allo sviluppo economico, sociale e culturale di queste realtà, ma col suo andamento e con le sue crisi, le ha anche condizionate con fasi negative e con mutamenti e ridimensionamenti improvvisi e dolorosi.

Pontedera sta perfettamente in questo contesto e almeno dagli anni '80 del '900 (ovvero da circa 35/40 anni) è in una lunga fase di trasformazione/trapasso che la sta portando ad un assetto forse definibile a bassa intensità industriale se non post-industriale.

Del resto l'essere immersi nella globalizzazione per le piccole città è come fare del surf su onde gigantesche, guadagnando molto quando l'onda sale e perdendo parecchio quando l'onda scende, cala e svanisce.

Di tutte queste tematiche parleranno con la prof. Lazzeroni, dell'Università di Pisa, alcuni giovani laureati o dottorandi che fanno riferimento al Centro studi G. Gronchi di Pontedera e l'Amministrazione comunale a cui tocca l'onere di dialogare e interagire sempre con la grande impresa.

Il volume, denso di analisi e di concetti, si presenta come un utile strumento per approfondire uno degli passaggi fondamentali della Pontedera di oggi. A patto, certo, che si abbia voglia di studiarlo e di rifletterci seriamente sopra.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Stabile il numero dei pazienti Covid ricoverati al Lotti, mentre va avanti la campagna vaccinale. Ecco tutti i numeri di oggi
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cultura

CORONAVIRUS

Cronaca