QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 17°27° 
Domani 18°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
lunedì 26 agosto 2019

Attualità lunedì 18 maggio 2015 ore 15:40

​Nuovo Isee, ci pensano Caf e Comuni

L’Unione Valdera, la Società della Salute e i centri di assistenza fiscale dei sindacati hanno firmato un protocollo per aiutare i cittadini



PONTEDERA — Dopo tre mesi di confronti, il percorso intrapreso da Unione Valdera, Società della Salute e Caf della provincia è culminato con la sottoscrizione di un protocollo d’intesa per rafforzare la collaborazione in aiuto ai cittadini, in particolar modo le fasce deboli, alle prese con il nuovo Isee.

Una novità che sta senza dubbio creando molti disagi, ma che una volta entrata a regime, dovrebbe donare più equità e giustizia sociale.

“Certo sarà compito delle istituzioni – ha commentato il vicepresidente dell’Unione e delegato alle politiche sociali Corrado Guidi – salvaguardare il diritto di accesso del cittadino alle prestazioni e servizi sociali contemperandoli con le risorse disponibili, ponendo la massima attenzione a tutelare le situazioni di povertà e/o fragilità”.

“Il mio ringraziamento più sentito – ha aggiunto – va ai Caf della Valdera perché in una fase difficile qual è stato l’avvio del nuovo Isee sono stati quelli che ne hanno sopportato il peso maggiore insieme ai Comuni. E’ da questa consapevolezza che è nato questo percorso di collaborazione e aiuto reciproco ed io mi auguro che nei prossimi mesi questo si consolidi. Proporremo di costituire anche un osservatorio tecnico-politico che studi l’impatto del nuovo Isee sui costi dei servizi sia scolastici, educativi e socio-sanitari perché ad oggi non abbiamo ancora chiaro quali potrebbero essere le conseguenze economiche concrete per gli iscritti ai nostri servizi”.

“Ma quello che più mi preme sottolineare – ha concluso Guidi – è che dovrà essere scongiurato il rischio dell’esclusione ed è anche per questo motivo che ci occorre la collaborazione con i centri di assistenza fiscale gestiti dalle Confederazioni Sindacali, che costituiscono l’interfaccia principale del cittadino che richiede l’Isee e quindi un antenna sui bisogni e le difficoltà del territorio”.

Al protocollo hanno aderito i Caf Acli, Cgil, Cisl, Uil, Cna, Cia, Lavoro e Fisco srl, Coldiretti, Confesercenti.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Sport