QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°20° 
Domani 10°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 22 maggio 2019

Sport giovedì 25 ottobre 2018 ore 15:30

Il caos calcio somiglia un pò a quello dell'Italia

Troppe magistrature, troppe possibilità di ricorsi e controricorsi all'infinito, troppa democrazia. Attenzione...



PONTEDERA — Il caos che sta regnando nel calcio di serie C e B, categorie professionistiche con un giro d'affare da 4,5 miliardi,un indotto simile e 5000 mila occupati (dati istat) purtroppo somiglia un po' a quello dell'Italia. 

Subito dopo la tragedia della guerra e la dittatura fascista, la nuova costituzione fu elaborata da gruppi politici diversi che si preoccuparono molto di creare una lunga serie di magistrature e organi statali centrali e periferici creando una fitta rete di controlli e poteri allo scopo di impedire che qualcuno, singolo o di gruppo, prendesse troppo potere. 

Obiettivo comprensibile ma che alla lunga sta creando problemi e minacce per la democrazia. La storia ce lo insegna con un esempio fra i tanti che potremmo fare in tutti i secoli e le epoche storiche: la repubblica tedesca di Weimar morta per troppa libertà, termine che in questo caso assume un significato negativo, con la presa del potere di Hitler. L'eccessiva democrazia può far morire la democrazia. 

Anche il calcio, Hitler a parte, soffre di troppa democrazia per cui certe cause, giuste o non giuste, possono trovare appigli dovunque, dai tribunali sportivi a quelli extrasportivi che mentre sono in corso i campionati sentenziano prima in un modo e poi in altro e poi in un altro ancora  - i giudici sono liberi di farlo, ci mancherebbe - con i risultati che stiamo vedendo. Partite rinviate, squadre che giocano in un campionato mentre continuano a puntare tutto su un altro, il Pontedera, eccoci a noi, che per la seconda volta si vede rinviare all'ultimo minuto l'incontro col Novara mentre se guardate la classifica attuale c'è chi ha giocato una partita sola e chi otto. 

Si dirà: che fare? Crediamo che la prima cosa da fare è varare una legge in cui si dice che le società sportive devono accettare le decisione della rispettive federazioni lasciando le magistrature a risolvere i casi penali e quelli civili sprovvisti di una federazione.

Mario Mannucci
© Riproduzione riservata



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità