QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 14° 
Domani 11°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 22 maggio 2019

Attualità mercoledì 02 novembre 2016 ore 16:10

La scuola incontra il teatro, il convegno fa 370

Da sinistra: Piatti, Ciampi, Braccini

Boom di adesioni per la terza edizione della manifestazione nazionale "Mani operose e teste pensanti" organizzata dal Cred Valdera



PONTEDERA — Le metodologie dell'attività teatrale che si intrecciano con la scuola. E' questo il tema del terzo convegno nazionale Mani operose teste pensanti organizzato dal Cred Valdera che si terrà l'11 e 12 novembre e ha già registrato oltre 370 adesioni da tutta Italia.

Laboratori sold out e boom di partecipazioni dalla Sicilia fino alla Lombardia. L'iniziativa rivolta a docenti ed educatori registra il 20 per cento in più di iscrizioni rispetto alle scorse edizioni.

"Quella del Cred è un’esperienza ormai consolidata - ha spiegato Lucia Ciampi, sindaco delegato all'istruzione dell’Unione Valdera -, conosciuta a livello nazionale e presa a modello dalla Regione Toscana. Il Centro Ricerca Educativa Didattica della Valdera, nato in seno all’Unione dei Comuni, rappresenta un punto di riferimento per il mondo dell’educazione, della formazione, della didattica e dell’istruzione. Il suo compito è infatti quello di supportare e mettere in comunicazione due realtà di grande rilievo: la Conferenza Zonale per l’Educazione e l’Istruzione della Valdera, formata da amministratori di tutto il territorio, e la Rete Costellazioni, che unisce invece tutti i dirigenti scolastici della zona. È proprio dalla sinergia tra questi soggetti e dal loro fitto e intenso lavoro di squadra che è nata, e continua anno dopo anno a perfezionarsi, l’idea di un convegno capace di coinvolgere insegnanti, educatrici ed educatori di ogni parte d’Italia per approfondire tematiche molto care a chi opera nella scuola".

Si era partiti due anni fa con il binomio tra educazione e arte, per poi passare alla rilevanza della musica nel processo educativo. Quest'anno, per la terza edizione, la scuola incontra il teatro. Il venerdì parleranno gli esperti, il sabato spazio ai 12 laboratori tutti già sold out.

"L’obiettivo del Convegno, così come quello dello stesso Cred - ha spiegato la coordinatrice Anna Maria Braccini - è quello di aiutare gli addetti ai lavori a superare le modalità stereotipate della didattica tradizionale per approdare a nuovi metodi in grado di soddisfare i bisogni soggettivi degli studenti, per un universo scolastico sempre più accogliente e inclusivo. Il convegno si inserisce proprio in questo percorso, rivolgendosi a una platea non solo locale, ma addirittura nazionale. Si parla al momento di 373 iscritti, il 30 per cento dei quali proveniente da varie parti d’Italia".

Ma non saranno solo docenti ed educatori i protagonisti del convegno. Assieme a loro anche operatori teatrali, attori, registi e associazioni legate al mondo del teatro per giovani.

"Nell’ambito del convegno - ha spiegato il pedagogista Mario Piatti che da anni collabora con il Cred Valdera - si svolgerà anche un incontro progettuale tra dirigenti scolastici e realtà locali che operano nel settore del teatro per bambini e ragazzi finalizzato alla creazione di un Laboratorio di Rete per le Attività Teatrali nelle scuole, dal nome Valdera Teatro Giovani. Tutto questo - ha aggiunto Piatti - mira a una ottimizzazione e razionalizzazione delle già numerose iniziative teatrali che, in vario modo, coinvolgono i più giovani, il tutto in linea con le Indicazioni strategiche per l’utilizzo didattico delle attività teatrali a.s. 2016/2017 emanate dal Miur nel marzo 2016".

Si parte venerdì 11 novembre alle 9,30 all’Unione Valdera, mentre alle 14 spostamento al Teatro Era per la riunione plenaria e una messinscena. Sabato 12 novembre dalle 9 via ai laboratori alla nuova scuola primaria di Fornacette.

Il convegno è realizzato in collaborazione con la Regione Toscana, il Centro Studi Musicali e Sociali Maurizio Di Benedetto e la Rete Toscana di Teatro Educazione.

Le iscrizioni gratuite alla sola prima giornata sono ancora aperte. Per maggiori informazioni consultare il sito dedicato al convegno.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Lavoro

Attualità