QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°20° 
Domani 16°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 18 luglio 2019

Attualità martedì 14 marzo 2017 ore 16:37

Perché gli studenti se ne vanno

Il gruppo che va in Polonia

Il progetto Hi! Great home school è finanziato dall'Unione europea. Indaga le cause della dispersione scolastica e su azioni per prevenirla



PONTEDERA — Il progetto Hi! Great Home School è finanziato dall’Ue ed ha come fine quello di indagare le cause della dispersione scolastica e di individuare delle pratiche d’azione per intervenire. 

Al progetto partecipano, oltre al liceo Eugenio Montale di Pontedera scuole di altri cinque paesi, Turchia (il Liceo di Karaman), Polonia (una scuola di Rzesow), Spagna (una scuola di Madrid), Portogallo (con un raggruppamento di scuole di Barcelos) e Lituania (con un liceo di Siauilai). 

Al termine del progetto, sostenuto anche da Unicef e da Università come quella di Firenze e quella di Karaman, verrà prodotto un red book che verrà tradotto in 35 lingue con i risultati e i suggerimenti per intervenire nell’ambito della dispersione scolastica. 

Il progetto si caratterizza per una ricerca che coinvolge i molteplici elementi che intervengono nei processi educativi: i docenti, gli studenti le famiglie. 

Dal 20 al 25 marzo sei studenti del Montale incontreranno a Rzesow i coetanei degli altri paesi europei e insieme realizzeranno dei manifesti contro la dispersione scolastica che saranno diffusi attraverso gli uffici dell’Unicef. 

Dal 24 al 29 aprile inoltre saranno presenti a Pontedera 30 docenti provenienti da tutta Europa per discutere insieme sul ruolo che hanno le emozioni nei processi di apprendimento e quindi anche nella dispersione scolastica e nell’abbandono. 

Il progetto va ad incidere sul problema principale della scuola, come appunto scriveva anche Don Milani: “La scuola ha un problema solo, i ragazzi che perde”. 

La delegazione Italiana al meeting in Polonia è composta dalle studentesse: Maria Piazza, Egle Casavecchia, Laura Calloni, Trafeli Costanza, Gasperini Carlotta e Rebecca Mosti e dalle docenti Simona Landini e Ilaria Vasarri. Coordina il progetto il professor Marco Mannucci.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Spettacoli

Sport