QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13° 
Domani 11°15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
sabato 14 dicembre 2019

Sport martedì 30 gennaio 2018 ore 10:45

Gioie e dolori per gli under del Bellaria Rugby

Tris di vittorie per gli Under 8, ottima prestazione per gli Under 10 e due sconfitte per gli Under 14. I risultati del weekend sportivo



PONTEDERA — Tris di vittorie per gli Under 8 a Pistoia. Reduci da un ultimo raggruppamento piuttosto sottotono in casa del Valdinievole, le vittorie di domenica sono un'iniezione di fiducia attesa quanto sperata per la squadra. Gli allenamenti delle due settimane trascorse e il ritorno di qualche assente dall'influenza stagionale hanno dato i risultati sperati dai coaches Mattia e Raja. Le danze si sono aperte con la squadra di casa del Pistoia Rugby che si è trovata davanti un'agguerrita Bellaria decisa a non regalare niente e che ha portato alla prima vittoria della giornata con un buon 9 a 6. La seconda sfida ha visto i ragazzi del Pontedera confrontarsi con i Lions Amaranto e prevalere all'ultima azione per 9 mete a 8. Doveroso fare una menzione speciale per Matteo Forgione, dato in "prestito" ai Lions , che non si è risparmiato e ha messo a segno 5 mete contro la sua squadra. Bella prestazione a riprova che nel rugby non si fanno sconti a nessuno. L'ultima partita ci ha visto vincenti con il Firenze 1931, battuti con un ampio e convincente 11-4. 

Ottima giornata che si accorda bene con l'altrettanto ottima prestazione degli Under 10, impegnati sul campo di San Vincenzo in una calda mattinata tendente al primaverile. Anche i bimbi capitanati da Alessio e Dario sono andati a un passo dal vincere tutte le gare in programma: oltre a due larghe vittorie con i padroni di casa del Rufus e con il Golfo Rugby di Scarlino, battuti rispettivamente 12-1 e 10-1, anche la gara con l'Elba Rugby aveva visto il Bellaria in vantaggio fino a due minuti dalla fine quando gli isolani hanno dapprima pareggiato il conto e poi con caparbietà segnato il punto del 4-3 finale proprio sull'ultima azione. Sono notevoli i progressi riscontrati nell'ultimo periodo, sia tecnici che fisici.

Il concentramento di sabato pomeriggio ha riportato i ragazzi della nostra Under 14 con i piedi per terra, dopo la larga vittoria del sabato precedente con i Titani di Viareggio. In un concentramento con le squadre del Rufus San Vincenzo e dei Lions Amaranto di Livorno sono emerse, al di la dei risultati ottenuti, delle indicazioni sullo stato tecnico, fisico e mentale della squadra sulle quali i nostri allenatori dovranno lavorare.
Gli incontri si sono svolti con la formula del torneo triangolare, con due partite disputate da ogni squadra di due tempi da quindici minuti ciascuno.
La prima partita con i Rufus San Vincenzo è stata oltremodo equilibrata (si scontravano due squadre appartenenti al girone due ), giocata a viso aperto senza troppi tatticismi.
Proprio da una azione portata avanti dai nostri "Ball Carrier" è scaturita la meta (non trasformata) che ha portato il risultato sul 5 a zero per i verdi blu del Pontedera Bellaria Rugby.
Durante la restante parte del primo tempo, i ragazzi allenati dal duo Tavaglione e Squarcini, hanno avuto alcune occasioni per chiudere la partita ma sono andate sprecate a causa di mancanza di lucidità negli ultimi ventidue metri.
Nel secondo tempo il Rufus è sceso in campo determinato a recuperare la meta subita, ma non per questo i nostri sono stati a guardare ribattendo colpo su colpo alle avanzate della squadra avversaria.
Ma, allo scadere dell'incontro, a causa di una disattenzione in fase difensiva il Rufus è riuscito a pareggiare e grazia alla trasformazione si è portato in vantaggio di due punti.
Per la squadra di casa non c'è stato nemmeno più tempo per cercare di recuperare lo svantaggio, l'arbitro ha fischiato la fine dell'incontro senza neppure far riprendere il gioco. Risultato finale: Pontedera 5 - Rufus 7.

La gara con i Lions Amaranto è stata invece persa dal Bellaria per 5 a 38.
Nel primo tempo, buona parte dei ragazzi, sono scesi in campo come fossero degli agnelli sacrificali perché a loro modo di pensare "stavano affrontando una squadra appartenente al girone 1" (quello composto da squadre di livello superiore) e forse ancora memori della sonora sconfitta subita ad inizio stagione dalla compagine labronica.
Per tutto il primo tempo i nostri, hanno cercato di arginare le azioni offensive degli avversari portate in gran parte dagli elementi più esperti e più fisici della squadra livornese ma con magri risultati, subendo la maggior parte delle mete dell'incontro.
Nel secondo tempo abbiamo assistito ad una metamorfosi della squadra, i ragazzi sono entrati in campo più combattivi e determinati, la lavata di testa subita ha sortito i propri frutti.
Infatti dopo pochi minuti la squadra è riuscita ad andare a segnare la meta della bandiera e ha terminato la partita difendendo la propria linea di meta con decisione e soprattutto con il cuore.



Tag

Piazza Fontana, il giornalista del Corriere che era nella banca: «Mi salvò un caffè»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Lavoro

Cultura