QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 11°19° 
Domani 13°17° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
martedì 25 aprile 2017

LEGAMI D'AMORE — il Blog di Malena ...

Malena ...

Sono nata in un paese straniero e provengo da una famiglia italiana. Fin da giovane le persone si sono sempre confidate con me: donne, giovani, figlie, nipoti, sorelle, comari, amici. Restavano ore a raccontarmi le loro storie e i sentimenti provati durante i loro vissuti. L'argomento più chiacchierato è l'amore in tutte le sue sfaccettature e ho deciso pertanto di parlarne affinché si possa trarre spunto per riflettere sulla differenza di genere.

Fatti di letto

di Malena ... - giovedì 21 luglio 2016 ore 13:57

Lara e Leo sono una coppia di vecchia data. Superano entrambi i sessanta e nonostante varie vicissitudini stanno ancora insieme. Il ritmo con il quale loro, hanno rapporti sessuali è diminuito considerevolmente negli ultimi anni e quello che più stupisce o meglio che non stupisce è che Lara non ne sente nemmeno la mancanza. 

Anzi lei per la verità, ogni qualvolta Leo la cercava per quel fatto, in realtà la considerava come una faccenda domestica da sbrigare ossia come lavare, stirare, spolverare. Poi del resto quando ci si trovava, non ci stava così male e, considerava l’incombenza dello “spazzare” abbastanza piacevole tant’è che un pavimento senza polvere, è certamente più bello a vedersi. 

Beh succede che con l’età gli acciacchi aumentino e, nella fattispecie è Leo, a beccarsi una patologia che purtroppo influenza l’attività in questione. Così un giorno dice a sua moglie: “Cara, mi ha mandato a chiamare il dottore.”. Lara preoccupata chiede: “Come mai?”. Continuando concitata: “Sarà per la tua mamma?”. “Ha sempre una salute così fragile…”. Leo risponde con leggerezza: “No… no… è per me…”. Lascia la frase senza terminarla con la speranza che Lara possa capire e va all’appuntamento dal medico. 

Di ritorno ancora allarmata Lara appena lo vede chiede: “Allora? Che ti ha detto il dottore?”. L’uomo un po’ impacciato comincia il suo discorso: “Sai mi ha chiesto se faccio sesso… e se ho dei problemi in tal senso…”. Poi prima di far parlare la moglie continua: “Ha detto che mi fa bene alla salute farlo con regolarità…” e termina con aria innocente: “Mi ha dato queste pasticche da prendere…”. Sono quelle insomma, che hanno a che vedere, con il colore blu. Lara tra il sollevato (visto la sua preoccupazione per la salute del marito) e l’ilarità suscitatale dall’argomento, risponde: “Ah meno male… va la…, se questo è il problema, allora posso stare tranquilla”. 

Così arriva il momento della prova del nove e Lara rassegnata a far di nuovo quello che considera un dovere si cimenta nel provare l’ebbrezza della novità. Non rimane per niente soddisfatta poiché la qualità del risultato non è poi così evidente e pertanto dopo un paio di tentativi, per sua fortuna, Leo si rassegna alla vita, senza interessarsi più di tanto, all’argomento. Per la pace familiare. 

Tania e Tano invece sono una coppia poco più giovane della precedente e nulla manca al realizzare delle buone prestazioni sessuali ma la donna ha chiuso i battenti e non ne vuol sapere di soddisfare il marito perché in realtà è molto risentita dal comportamento tenuto da Tano che, in effetti, non è dei migliori. Così è passato più di un anno dall’ultima volta che il caro marito era approdato nel mare di Tania. 

La donna evita addirittura di parlarne e per tagliare la testa al toro, la sera, prende la pasticca per dormire. L’altra notte, nel pieno della sua incoscienza, nel momento cioè, in cui la benzodiazepina cominciava a fare il suo effetto Tano, comincia a tastare il terreno per vedere se in qualche modo riesce a spuntarla, prima che la moglie cada tra le braccia di Morfeo, volendola per se. Tania presa alla sprovvista e magari colta da qualche fantasia disinibita non più ritenuta, visto l’effetto del farmaco, fa intendere al marito che ci sta. 

Lui lesto prende dal comodino una “pasticchina” per farsi aiutare poiché teme che, visto lo scarso utilizzo (magari ha un po’ di ruggine) e, perché non vuole fare figuracce, (non se lo può permettere poiché l’evento è del tutto eccezionale) comincia a darsi da fare. Tania di sottecchi osserva il marito mentre s’impasticca e farfugliando chiede: “Che cosa fai?”. L’uomo con aria da bambino colto in flagrante dice: “Me le ha regalate il dottore…”. Poi continua per giustificarsi: “Le prendo così, tanto per provarle. altrimenti scadono…”. 

Tania alza le spalle e poco partecipe dell’evento si addormenta dopo la conclusione dell’atto, con il ricordo appena sfumato della prestazione che comunque a sua memoria era stata un po’ deludente. 

Rita e Reno sono anche loro una coppia di vecchia data e anche in questo caso è Reno ad avere dei problemi. Rita invece nonostante l’età, avrebbe interesse per l’argomento. Reno vorrebbe far uso delle famigerate compresse ma Rita non vuole che lo faccia perché in realtà tiene molto alla salute del marito. La prende con filosofia e dice che i “fatti di letto” non sono poi fondamentali nella vita di una coppia e quindi ne fa a meno anche lei. Sostiene che in questo caso è la vendetta della donna poiché l’uomo da giovane fa il “ganzo” credendosi onnipotente usando il suo strumento per alimentare il suo ego. La donna non avendo questo problema nemmeno in età avanzata, in teoria potrebbe avere in ogni momento tutti gli uomini che vuole, e questo appunto, può essere sufficiente a farla sentire “grande”. 

Ora le tre donne si confrontano poiché sono amiche e insieme concordano nel considerare che le famose “pillole” non sono del tutto miracolose perché la qualità dell’esito non è poi quella dell’immaginario comune e che dei “fatti di letto” ne possono fare a meno.  

Malena ...

Articoli dal Blog “Legami d'amore” di Malena ...