Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:PONTEDERA13°27°  QuiNews.net
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 23 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
No-vax contesta Letta e interrompe il comizio a Trieste: «Il vaccino è libertà?»

Attualità lunedì 24 maggio 2021 ore 18:00

Gli storici problemi del villaggio scolastico

Studenti alla stazione dei bus allo stadio, Ottobre 2020
Studenti alla stazione dei bus allo stadio, Ottobre 2020

Ogni giorno è frequentato da migliaia di studenti ma la viabilità non funziona ed è pericolosa per tutti. E ora arriva un'altra scuola



PONTEDERA — La viabilità nei dintorni del villaggio scolastico non è efficiente né sicura, da sempre

È una viabilità a imbuto che all'ora di entrata e di uscita delle scuole crea file e disagi sia per chi arriva o esce dagli istituti, che per i residenti o per chi si trova a passare dalla zona dello stadio verso le 8 o verso le 13. 

Al momento i giovani che frequentano il villaggio scolastico sono oltre cinquemila, ma in estate è prevista la posa della prima pietra del nuovo liceo linguistico Montale, che verrà costruito accanto all'Ipsia. Con l'arrivo delle classi del linguistico saranno oltre seimila i ragazzi del villaggio scolastico. Tutto ciò comporterà più traffico in queste strade già sature.

Dubbi e perplessità sulla situazione sono stati espressi anche dal presidente della Provincia di Pisa, Massimiliano Angori: "Con lo spostamento del Linguistico da fuori del ponte al Villaggio Scolastico, tutte le superiori pontederesi saranno dunque raggruppate nella sola area. Un'area che però ha creato numerosi problemi di viabilità sia per i residenti che per chi deve raggiungere le scuole".

La viabilità intorno al mondo scolastico superiore pontederese è un problema di non facile risoluzione e va avanti da tempo. Sei anni fa, nel Marzo 2015, gli agenti della polizia municipale, negli orari di entrata e uscita da scuola, iniziarono a fare le multe all'altezza della passerella sulla Toscoromagnola risolvendo così il pericolo delle file create dalle auto dei genitori che lasciavano o riprendevano i figli da scuola su quel tratto così trafficato.

Sempre sei anni fa, a Dicembre del 2015, uno studente nel piazzale dello stadio rimase schiacciato da un pullman all'uscita di scuola, riportando gravissime ferite. Fu l'ennesima dimostrazione che quel piazzale non era sicuro da lì partirono una serie di interventi che hanno modificato l'area di sosta dei bus, rendendola più sicura a suon di new-jersey in cemento.

Il cemento è stato anche il protagonista dell'ultima rivoluzione della viabilità in via Vittorio Veneto, voluta dal sindaco Matteo Franconi, in carica dal 2019. Adesso, il tratto che va dalla rotatoria del bar Baldini fino all'inizio del viale alberato che conduce al nuovo ponte, è pieno di new-jersey in cemento che impediscono gli accessi alle varie traverse che portano alle scuole. Per i residenti di via Firenze e via Torino la strada per tornare a casa si è allungata: quando arrivano dal centro devono andare in fondo a via Veneto, fare la rotatoria e tornare indietro. Poco male se la viabilità funzionasse e fosse sicura, ma non è così

All'orario di entrata e uscita delle scuole i rallentamenti sono garantiti e in via Veneto a Settembre scorso un giovane di 30 anni perse la vita di notte finendo con l'auto contro il cemento. Pochi mesi dopo, a Gennaio, in un incidente simile rischiò la vita una donna di 32 anni.

Insomma con l'arrivo di altri studenti e di altro traffico la situazione non può che peggiorare e una viabilità alternativa al momento non è immaginabile.

René Pierotti
© Riproduzione riservata

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Prossima apertura, nella prima settimana di Novembre, di PokèFlash, in Piazza Martiri Della Liberta. Ecco le figure richieste
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Riccardo Ferrucci

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità