QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 10°18° 
Domani 12°23° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 25 maggio 2016

RACCONTARE DI GUSTO — il Blog di Rubina Rovini

Rubina Rovini

Sono cresciuta in Toscana con mamma pugliese, amante della buona tavola e dei piatti tipici della tradizione. E' stata lei che mi ha insegnato, insieme a mia nonna, i segreti e le ricette a cui sono affettivamente più legata. Scrive di cucina dal 2006, ex ballerina classica e patita del fitness, ha partecipato a MasterChef 2015-16

Bianco su bianco

di Rubina Rovini - domenica 08 marzo 2015 ore 09:00

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 gr riso Acquerello
  • 100 gr ricotta di bufala
  • 4 castagne secche morbide
  • olio evo qb
  • sale qb
  • pepe bianco qb

Scaldate un pentolino con 500 ml di acqua, tre volte il peso del riso. Portate ad ebollizione.

In una casseruola larga e dai bordi bassi, tostate il riso per qualche minuto, senza alcun grasso. Giratelo spesso con un mestolo di legno, tenendolo a fiamma vivace, ma non fatelo colorire. Vi renderete conto del punto giusto di tostatura perché diventerà traslucido, ma non dovrà dorare. A questo punto abbassate la fiamma e versate tutta l'acqua bollente. Girate una volta e coprite la pentola, tenendo la fiamma al minimo e lasciando cuocere senza girare, per 15 minuti.

Intanto scaldate un altro bicchiere di acqua.

Lavorate la ricotta, in una coppetta, fino ad ottenere una crema.

Tagliate le castagne a lamelle e tostatele in un pentolino, senza alcun grasso ma con un pizzico di sale, finché non saranno leggermente brunite ed avranno il profumo tipico delle caldarroste.

Trascorso questo tempo, il riso avrà assorbito quasi tutta l'acqua di cottura ed avrà tirato fuori l'amido. Spegnete il fuoco, mantecate con la ricotta e salate il riso. Aggiungete altra acqua, sicuramente sarà necessario perché la ricotta tende a legare molto con l'amido del riso. Spolverate con pepe bianco e mescolate nuovamente.

Servitelo in piatti abbastanza larghi, in modo che si possa spandere. Guarnite con le castagne, spolverate di pepe bianco ed aggiungete un filo del miglior olio extravergine.

Seguimi su http://peudepiment.blogspot.com

Rubina Rovini

Articoli dal Blog “Raccontare di Gusto” di Rubina Rovini

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità