QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 25°34° 
Domani 22°35° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
giovedì 28 luglio 2016

RACCONTARE DI GUSTO — il Blog di Rubina Rovini

Rubina Rovini

Sono cresciuta in Toscana con mamma pugliese, amante della buona tavola e dei piatti tipici della tradizione. E' stata lei che mi ha insegnato, insieme a mia nonna, i segreti e le ricette a cui sono affettivamente più legata. Scrive di cucina dal 2006, ex ballerina classica e patita del fitness, ha partecipato a MasterChef 2015-16

Rigatoni con pesto di sedano e roquefort

di Rubina Rovini - venerdì 15 agosto 2014 ore 08:00

Ero discola, da bambina. Irrimediabilmente discola. 

Disobbediente, dispettosa, vivace e verace: un animaletto dalla chioma sempre spettinata e che odiava le spazzole perché i ricci vi si impigliavano dentro.

Ogni sera portavo a casa, dopo i miei pomeriggi estivi in bici, buste piene di pannocchie, fichi, susine, pomodori e ogni altro ortaggio o frutto sgraffignato nei campi dei vicini.

Era più forte di me, nonostante mia madre mi rimproverasse.

Ho sempre amato la natura, le cose genuine, le corse nel grano, giocare a nascondino per farmi cercare per ore, guardando da sopra un albero l'amichetta che mi cercava fra i cespugli, a terra. 

Uno dei miei giochi preferiti era quello di “scalare” il trattore fermo per raggiungere il tetto, posizione da cui potevo ammirare i colori vivaci dei campi e degli alberi, fingendo di essere in cima ad un castello.

Facevo merenda con quello che capitava perché, per la gioia di mamma Marghe, non mangiavo dolcetti confezionati, cioccolata, bibite gassate o patatine. 

Al contrario dei miei coetanei, meno selvaggi e più facilmente “domabili” dalle mamme, ero solita fare merenda con cuori di sedano e formaggio, pane e pomodoro, pomodori spesso spolverati sulla maglietta di cotone e mangiati a morsi, mentre giocavo.

Crescendo ho dimenticato alcuni di questi meravigliosi e genuini sapori, perché nella cucina di tutti i giorni, spesso frettolosa e un po' arrangiata, si tende a dimenticare alcuni prodotti.

Ho riscoperto con orgoglio il sedano, dopo averlo, per anni, usato unicamente nella preparazione dei minestroni.


Ingredienti per 2 persone:

  • 200 gr rigatoni (Io Garofalo o Rummo)
  • foglie e gambi teneri di sedano qb
  • noci sgusciate qb
  • olio evo qb
  • sale qb
  • 1/2 spicchio d'aglio
  • 60 gr roquefort


Lavate bene le foglie e i gambi più teneri del sedano, asciugateli metteteli nel boccale del robot da cucina o del minipimer.

Aggiungete le noci, l'aglio, un pizzico si sale e frullate, aggiungendo l'olio a filo. 

Amalgamate bene gli ingredienti ma lasciate che il pesto rimanga leggermente grossolano. 

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata.

Nel frattempo versate il pesto in una ciotola ed allungatelo con un paio di cucchiai di acqua di cottura, tenendo da parte altra acqua in caso di necessità.

Scolate la pasta e versatela nella ciotola, amalgamate e servite, aggiungendo dei piccoli fiocchi di roquefort e qualche noce spezzettata.

Rubina Rovini

Articoli dal Blog “Raccontare di Gusto” di Rubina Rovini