QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 13°20° 
Domani 14°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
mercoledì 01 giugno 2016

RACCONTARE DI GUSTO — il Blog di Rubina Rovini

Rubina Rovini

Sono cresciuta in Toscana con mamma pugliese, amante della buona tavola e dei piatti tipici della tradizione. E' stata lei che mi ha insegnato, insieme a mia nonna, i segreti e le ricette a cui sono affettivamente più legata. Scrive di cucina dal 2006, ex ballerina classica e patita del fitness, ha partecipato a MasterChef 2015-16

Polenta di fagioli Zolfini conrape stufate

di Rubina Rovini - sabato 08 novembre 2014 ore 09:00

Il fagiolo che ho usato per questa ricetta è un prodotto tipico della zona del Val d’Arno, ritenuto dagli estimatori, una varietà molto pregiata.

La particolarità di questo fagiolo, è la buccia così sottile, da essere ritenuta “un’ostia”.

Proprio per questo motivo, il fagiolo Zolfino del Pratomagno, è uno dei pochi legumi che non necessita di ammollo, prima della cottura.

Ha un sapore molto particolare, delicato ma allo stesso tempo inconfondibile, molto diverso dal classico Cannellino.

Nonostante le tavole moderne vengano imbandite con una varietà di preparazioni, per accontentare tutti i gusti e saziare a sufficienza (a volte eccessivamente) le pance, questo legume merita di essere consumato come piatto principale, anziché come contorno.

Con questo piatto ho cercato di unire le mie origini (Puglia e Toscana), trovando un equilibrio perfetto fra la dolcezza unica di questo fagiolo, con la nota aromatica ed amarognola delle rape, usate in molti piatti tipici del sud.

Ingredienti per 2 persone:

  • 100 gr fagioli Zolfini
  • 1 mazzo di rape
  • 1 cipolla bianca
  • 2 spicchi d'aglio
  • 1 peperoncino secco
  • sale qb
  • olio evo qb
  • pepe nero qb

Macinate i fagioli, fino ad ottenere un farina.

Pulite e lavate bene le rape, eliminando le coste troppo dure e le foglie rovinate.

Tagliate le rape a pezzi piuttosto grossi, o lasciate le foglie intere, in caso siano piccole e tenere, premetele dentro una pentola abbastanza capiente, lasciandole bagnate dell'acqua di lavaggio.

Pulite e tagliate la cipolla a fette sottili, fate lo stesso con uno spicchio di aglio.

Metteteli in pentola con le rape.

Aggiungete il peperoncino aperto a metà, versate un filo di olio e fate cuocere a fiamma bassa, girando spesso, per circa 30 - 40 minuti.

Le rape dovrebbero stufare senza dover aggiungere altri liquidi, ma aggiungete qualche cucchiaio di acqua, se necessario.

In un'altra pentola mettete la farina di Zolfini e circa 400 gr di acqua.

Pulite l'altro spicchio di aglio ed aggiungetelo alla farina di fagioli.

Fate cuocere la farinata a fuoco basso, per circa 30 minuti, girando spesso ed aggiungendo altra acqua, se necessario.

A fine cottura, salate leggermente sia le rape che i fagioli, facendo attenzione alla naturale sapidità dei due alimenti.

Se i fagioli dovessero risultare granulosi, frullate qualche secondo la minestra con il minipimer, per renderla morbida e vellutata.

Servite la passata di fagioli in un piatto fondo, aggiungendo al centro un turbante di rape stufate.

Spolverate con pepe nero e versate un filo di olio.

Servite come piatto unico, se volete accompagnando con un crostone di pane grigliato.

Seguimi su http://peudepiment.blogspot.com

Rubina Rovini

Articoli dal Blog “Raccontare di Gusto” di Rubina Rovini