QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
PONTEDERA
Oggi 16°32° 
Domani 15°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdera, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdera
venerdì 26 agosto 2016

RACCONTARE DI GUSTO — il Blog di Rubina Rovini

Rubina Rovini

Sono cresciuta in Toscana con mamma pugliese, amante della buona tavola e dei piatti tipici della tradizione. E' stata lei che mi ha insegnato, insieme a mia nonna, i segreti e le ricette a cui sono affettivamente più legata. Scrive di cucina dal 2006, ex ballerina classica e patita del fitness, ha partecipato a MasterChef 2015-16

Torta coccolosa

di Rubina Rovini - sabato 01 novembre 2014 ore 08:00

Questo periodo molto frenetico, ma concentrato sul settore culinario, si sta rivelando molto interessante. Oltre che dal punto di vista “professionalizzante” e formativo, l’apprendimento dei principi organolettici e nutritivi dei vari alimenti mi ha permesso di arrivare ad una maggiore consapevolezza, in cucina.

Il fatto che sia una sportiva, sin dalla tenera età, ha fatto sì che apprendessi ricette e facessi mie tecniche di cottura piuttosto semplici, con combinazioni a ridotto contenuto di grassi. A discapito, a volte, della sapidità…

La mia carriera agonistica è andata a farsi friggere (giusto per rimanere in ambito di cucina) da qualche anno (gli sportivi “invecchiano” fisicamente prima dei sedentari), ma ho comunque mantenuto uno stile di vita piuttosto regolare, privilegiando lo sport amatoriale, agli aperitivi in centro, e la cucina sana al posto del fast-food (anche se ogni tanto, un panino stracolmo, divorato sul divano, rigenera lo spirito).

Anni fa “inventai” (nessuno inventa niente, si mescola in un modo diverso) un dolce, ormai entrato nella top-ten dei piatti tradizionali della mia famiglia, per la leggerezza, versatilità e bontà che lo caratterizza.

Essendo uno dei pochissimi dolci ammessi dalla mia preparatrice, durante il periodo in cui i miei allenamenti erano giornalieri e per un tempo non inferiore a 4 ore per volta, lo preparavo spesso.

Ormai non seguo la ricetta, perché è diventata una di quelle cose che si fanno inserendo il pilota automatico.

Ho diretto nuovamente l’attenzione alla preparazione di questa delizia, aggiungendo il tanto temuto cioccolato, al tempo ovviamente non ammesso, rinnovando il sapore e rendendolo goloso e “lightmanontroppo”.

Ingredienti:

  • 250 farina di cocco
  • 4 uova
  • 50 gr farina
  • 200 gr zucchero (io fruttosio)
  • 170 gr yogurt greco
  • 85 gr latte + qb per la glassa
  • 1 bustina di lievito vanigliato
  • 100 gr cioccolato fondente

Rompete le uova in una grande ciotola e montatele con le fruste elettriche, insieme allo zucchero.

Aggiungete la farina di cocco, la farina, lo yogurt e il latte, amalgamando sempre con la frusta.

Aggiungete infine il lievito per dolci, mescolando l'impasto questa volta con un cucchiaio di legno, dal basso verso l'alto.

Foderate il fondo di uno stampo a cerniera con carta da forno e lasciate cuocere per 35-40 minuti a 170°.

Lasciate raffreddare il dolce.

Una volta freddo, sformate il dolce e preparate la glassa.

Sciogliete a bagnomaria il cioccolato con un paio di cucchiai di latte, facendo attenzione che il composto non diventi troppo liquido (altrimenti non rimane stabile finché è caldo).

Una volta ottenuta una crema, versatela sulla torta e lasciate un paio di ore a temperatura ambiente, in modo che la copertura si rapprenda ma rimanga morbida al taglio.

Servite anche il giorno dopo, sarà buonissima!

Rubina Rovini

Articoli dal Blog “Raccontare di Gusto” di Rubina Rovini